Selvaggia Lucarelli parla del figlio Leon

selvaggia-lucarelli-fb-620x350

Siamo abituati a vedere Selvaggia Lucarelli come una donna super aggressiva, dalla lingua tagliente e la battuta sempre pronta. In realtà però la Lucarelli è anche mamma del piccolo Leon, avuto dal matrimonio con Laerte Pappalardo nel 2005. In un’intervista la Lucarelli ha ricordato il periodo della sua gravidanza e le sensazioni provate “È stato uno dei periodi più belli della mia vita. Per tutte le egoriferite come me poi è una splendida e imperdibile occasione per spostare l’attenzione da sé ad altro, alla vita che sta per nascere” ha detto

“I cambiamenti del corpo li ho vissuti senza preoccupazioni. Anzi, direi in totale e sconsigliabile incoscienza. Avevo la fame di tutti i neonati del mondo, ma era una questione più psicologica che fisiologica, mi sentivo legittimata a godermi la vita al cento per cento e a non privarmi di nulla” ha raccontato con ironia “Non mi sono privata infatti neanche di 26 chili in più che poi ho smaltito brucando per le montagne andine per un anno e mezzo”

Selvaggia ha poi spiegato come suo figlio le ha cambiato la vita “Leon mi ha regalato leggerezza. Per una come me che tende al melodramma sempre, un figlio ristabilisce la giusta misura delle cose. I figli regalano un nuovo punto di osservazione, una visione della vita più pura, più divertita, più curiosa”

La Lucarelli si è poi descritta definendosi “una mamma complice, ma non amica in grado di assecondare le passioni e gli interessi di mio figlio al cento per cento dandogli pochissime regole” ha spiegato “Le uniche, ferree, riguardano l’educazione, il rispetto per gli altri, l’invito, sempre, a coltivare la sensibilità per le cose e per gli altri” ha spiegato

“Sono molto tollerante su orari, giochi e scelte di film da vedere, lo lascio libero di vedere horror inadatti alla sua età e ci sono sere in cui va a letto all’una di notte perchè gira il film di Godzilla col mio iphone, ma sull’educazione sentimentale sono un sergente. Gli amici, i genitori, i nonni, si ascoltano e si trattano bene”

Valentina