Guai con il Fisco per Cristina Chiabotto, stangata di 2,5 milioni di euro: è costretta a vendere case e negozi

Guai con il Fisco per Cristina Chiabotto. Stangata di 2,5 milioni di euro per l’ex Miss Italia che è costretta a vendere case e negozi. La notizia è stata diffusa dal quotidiano La Repubblica. La conduttrice tv ed ex modella ha ottenuto la procedura di liquidazione prevista dalla legge 3 del 2012. Si tratta della legge cosiddetta “salva-suicidi” varata per scongiurare posizione di crisi debitoria di piccoli imprenditori e liberi professionisti.

Cristina Chiabotto – Foto: Instagram

Il giudice Matteo Buffoni del tribunale di Ivrea (Torino) ha emesso il decreto con il quale ha dichiarato aperta la procedura chiesta dalla stessa ex modella e presentatrice tv il 3 giugno. Secondo l’istanza presentata, il debito è di circa 2 milioni e mezzo di euro e riguarda soprattutto cartelle notificate dall’Agenzia delle Entrate.

Come ha precisato La Repubblica, per far fronte al debito la showgirl e moglie del manager Marco Roscio metterà in vendita i negozi nel torinese di cui è proprietaria con la sorella, per un valore di circa 250mila euro, mentre, i restanti debiti li salderà con parte del reddito (quello fatturato nel 2018 è di 500mila euro circa); anche perché secondo quanto dichiarato a giugno non risultano beni o mezzi di proprietà ma che anzi viveva con la madre casalinga, la nonna oramai in pensione e la sorella, ancora studentessa, chiedendo le spese di mantenimento per 50mila euro annui.

Redazione-iGossip