Lazio – Palermo : Mangio strappa un punto all’Olimpico

Devis Mangia, il tecnico del Palermo coccolato dal presidente Zamparini
IL Palermo di Mangia strappa un punto all’Olimpico contro  la Lazio, e lo fa senza soffrire e, anzi, mettendo in imbarazzo in più di una occasione un Marchetti che sembra  essersi ormai ripreso dall’anno di inattività forzata. E la buona notizia per Zamparini è che, per la prima volta quest’anno, il Palermo non ha subito gol, come non gli succedeva da sei mesi, dalla vittoria per 1-0 contro il Milan nella scorsa stagione.
Mangia, coccolato da Zamparini, come al solito aveva preparato bene la partita e i suoi giocatori l’hanno affrontata con il piglio giusto, certamente non nella maniera svogliata con la quale erano andati a Bergamo contro l’Atalanta.

Il primo tempo ha visto un Palermo mettere più volte in difficoltà la Lazio che in un paio di occasioni si salvava grazie a Marchetti e che, non riusciva ad impensierire più di tanto i rosanero.
Massima concentrazione, pressing e attenzione, soprattutto nei confronti di quell’attacco stellare, Klose e Cissè, che sfoggia la squadra di Reja. Ma questa volta i due frombolieri biancocelesti non sono riusciti a far male al Palermo.
La ripresa è stata un po’ più sofferta, con i laziali che hanno cercato di portare in porto i tre punti e, per poco, non ci riuscivano con Klose, ma alla fine si è trattato solo di un sussulto per i tifosi e di una mezza paura per Mangia e i suoi ragazzi.
Con Fabrizio Miccoli tenuto a riposo ma che tornerà utile per la partita con il Siena e con un Migliaccio sempre più difensore, il Palermo  è riuscito ad imbrigliare gli uomini di Reja che si sono dovuti  accontentare della spartizione della posta in palio.
“Siamo secondi in classifica ?”, dice Mangia, “Per carità, non mi interessa, ora devo pensare al Siena che incontreremo a fine settimana. La cosa importante è stata quella di non subire gol. E’ una cosa che fa bene e accresce l’autostima”.

WebWriter