Irene Ferri aggredita dall’edicolante: «Una furia, mi ha colpita alle spalle»

Irene Ferri è stata aggredita dall’edicolante al termine di un acceso diverbio in piazza del Risorgimento, a pochi passi dalle mura Vaticane, a Roma. Sul posto sono intervenuti la polizia e i sanitari che hanno soccorso l’attrice in codice verde. La famosa attrice ha raccontato l’aggressione subita agli agenti del commissariato Borgo. Irene Ferri sarebbe stata aggredita alle spalle. Prima un colpo alla nuca, tanto da farle volare il cappello, e poi pugni e graffi in pieno volto.

L’attrice è ancora molto provata. «La mia assistita – ha spiegato invece l’avvocato Cesare Gai, legale dell’attrice – ha subito un’ingiustificata e inaccettabile aggressione. Ha riportato lesioni tali da rendere necessario l’accesso in ospedale, struttura dalla quale è stata dimessa con una prognosi iniziale di tre giorni, salvo complicazioni».

«Irene Ferri – ha proseguito l’avvocato Gai – è una persona garbata e gentile che è stata colpita alla nuca a tradimento». Forse potrebbe essere stato un espressione del volto, un ghigno di insofferenza a mandare su tutte le furie l’edicolante che avrebbe rincorso l’attrice, prima di colpirla a mani nude. «Ero andata via dall’edicola – ha detto Irene Ferri agli agenti – arrivata sul ciglio del marciapiede prima di attraversare sono stata colpita, senza nessun motivo». Preoccupati e allarmati anche i commercianti della piazza e della vicina via Ottaviano: «Ieri abbiamo visto tante pattuglie della polizia e un’ambulanza proprio davanti al nostro negozio – ha spiegato un esercente – abbiamo prestato anche i primi soccorsi alla donna che poi però è voluta andare in ospedale».

Al vaglio degli inquirenti infatti ci sarebbero le versioni dei testimoni. «Non sarebbe la prima volta che quella donna dà in escandescenze – ha detto un altro edicolante della zona – purtroppo ogni tanto arriva qualche turista a lamentarsi».

Redazione-iGossip