Italiana uccisa a New York: I primi sospetti

E’ da più di vent’anni che non viene ucciso un italiano a New York, solo che questa triste sorte è capitata ad una giovane italiana che si trovava in America per motivi di studio.

I Fatti-La vittima si chiama Rita Morelli, 36 anni di Spoltore in provincia di Pescara. La giovane donna si era trasferita a New York cinque anni fà, per motivi di studio e aveva trovato casa nella zona ispanica di East Harlem; Ed è proprio in casa che Rita Morelli viene trovata uccisa con tre coltellate, due al petto e una alla gola,a seguito di una rapina.

Rita Morelli non abitava sola in quella casa,ma conviveva con il suo fidanzato americano di origini messicane. Forse Rita pensava che fosse il suo fidanzato a bussare quel maledetto giorno in cui aprì per l’ultima volta, la porta di casa sua. O forse Rita conosceva il suo aggressore. Vicini di casa infatti riferiscono di aver visto poco prima Rita in compagnia di un uomo in veranda, ma non era il suo fidanzato.

La polizia del  posto rassicura che quella è una zona tranquilla e quindi ancora non si conoscono bene le modalità dell’omicidio. C’è un sospettato però, un certo Carlos, che corrisponde all’identikit fornito dai vicini di casa di Rita.

WebWriter