Justin Bieber a Roma, sorvegliato dalla polizia

justin bieber

Justin Bieber è a Roma, ma come “sorvegliato speciale” dalla Polizia. Addirittura, sarebbe stato arrestato dalla Polizia italiana. Il motivo? E’ presto detto. Appena saputo del suo arrivo a Roma la polizia è andata a cercarlo, perché la nota popstar canadese, idolo dei ragazzini, è colpito da un mandato internazionale di cattura emesso dalle autorità argentine per lesioni gravi – il fatto risale al 2013. Pare che il giovanissimo e le sua guardia del corpo avrebbero aggredito due anni fa un fotografo, reo forse di qualche scatto di troppo.

Questa mattina gli agenti di polizia si sono presentati all’hotel Rome Cavalieri di Monte Mario, a causa di un mandato di cattura dell’Interpol. Così gli investigatori hanno notificato a Justin il provvedimento emesso dalle autorità argentine sebbene, in base agli accordi tra i due paesi e al tipo di reato, non sono previsti interrogatori o manette di nessun genere. Pare infatti che “non c’è nessun provvedimento restrittivo”, sebbene Bieber sia sorvegliato speciale.

Dopo le procedure burocratiche, Justin è infatti tornato nella suite del suo hotel per incontrare i fan, per firmare decine e decine di autografi. Justin si trova a Roma perché partecipa ad alcune scene del film Zoolander 2, di Ben Stiller, e per girare il nuovo video “Where Are Ü Now”. E dovrebbe restare a Roma fino al primo maggio, giusto in tempo per il concertone.

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene? Non proprio. Bieber è ricercato insieme ai suoi bodyguard, Hugo Alcides Hesny e Terrence Reche Smalls, per non essersi presentato davanti alla Corte per rispondere alle accuse di aggressione e furto ai danni del fotografo Diego Pesoa. La fedina sporca non si lava facilmente, ma sembra che questo alle Belieber importi poco: le fan della popstar, infatti, impazziscono per il loro idolo e sono capaci di perdonargli qualsiasi cosa.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.