Kim Cattrall favorevole alla legge per l’eutanasia

Kim Cattrall favorevole alla legge sull'eutanasia

Kim Cattrall, una delle protagoniste della famosa serie televisiva Sex and the City, ha promesso il suo sostegno ad una campagna indetta dalla Dignity in Dying per la legalizzazione dell’eutanasia in Gran Bretagna.
Dignity in Dying  è un’organizzazione con oltre 25.000 sostenitori attivi che si stanno battendo per cambiare la legge sulla morte assistita per malati terminali, adulti e mentalmente sani nel momento in cui la loro sofferenza è diventata insopportabile.

L’attrice, 54 anni, ha affermato che una legge che consenta la morte assistita avrebbe protetto molti malati terminali costretti a sopportare sofferenze atroci. Per questo si sta battendo per riuscire ad alleviare le pene di queste persone consentendogli la possibilità di poter vivere o morire.

Sembra che il 77% delle persone sia favorevole a permettere ai pazienti malati terminali la scelta di una morte assistita. Solo il 13% si oppone al cambiamento della legge. Se la legge dovesse cambiare, l’84% afferma che gli adulti malati terminali dovranno comunque essere in grado di poter richiedere assistenza medica per morire avendo, in ogni caso, delle garanzie giuridiche.

Sarah Wootton, direttore generale di Dignity in Dying, ha affermato che la maggioranza delle persone vuole avere la libertà di poter  chiedere aiuto a morire nei loro ultimi giorni o settimane nel momento in cui, la condizione di vita, dovesse divenire insostenibile. Per cui sarebbe bene che gli operatori sanitari possano garantire ai loro assistiti una libera scelta in questo senso.

WebWriter