La difesa del Milan ferma il Barcellona

Pato, l'attaccante del Milan che ha portato i rorrsoneri in vantaggio al Camp Nou
Il Milan, grazie ad una grande difesa, ad un gol lampo di Pato e ad un po’, o forse un po’ più do tanto, ferma il Barcellona,  e ritorna a casa con un punto d’oro, ma anche con un Boateng  acciaccato.
Si sa, senza un pizzico di fortuna non si va da nessuna parte, e questa volta una buona dose di fortuna il Milan l’ha avuta, e ad ammetterlo è lo stesso Galliani che, alla spagnola, parla di “mucha suerte”.

Ma a parte questo dettaglio, che fa parte dell’imponderabile, va detto che  i rossoneri  hanno costruito il loro risultato su di una difesa insuperabile, con Nesta e Thiago Silva che non hanno praticamente concesso nulla al Barcellona che pure, come il suo solito, ha avuto un possesso palla del 69% a fronte del 31% del Milan.

Ma questo non vuol dire perché, se poi non le metti dentro, il possesso palla serve a ben poco. Se poi a tutte queste considerazioni si aggiunge anche il fatto che, ad inizio partita, praticamente senza nemmeno il tempo di guardarsi attorno, Pato è  partito con uno scatto dei suoi, dando subito in partenza 2 metri buoni a Mascherano e companeros, e ha infilato un incolpevole Valdes sotto le gambe, è stato subito evidente a tutti che il Milan era sceso al Camp Nou con l’intento di vendere cara la pelle. Invece è riuscito a fare molto di più.

Ora il girone, già decisamente favorevole al Milan e alla squadra catalana, potrebbe diventare per i rossoneri quasi una formalità, anche se il Barcellona, che ha perso Iniesta per 4 settimane per infortunio, dovrà giocare a San siro. Ma comunque vadano le cose, il futuro in Champion per il Milan ora è ancora più roseo di prima, considerando anche che tra non molto, tornerà ad essere disponibile anche Ibra.

WebWriter