L’Inter ritrova la vittoria, Pazzini il salvatore

Inter Pazzini

L’Inter di Ranieri ritorna a vedere la luce fuori dal tunnel. In un periodo di crisi assoluta, avvolta da critiche senza fine, l’Inter riesce a tirare fuori l’orgoglio e a mostrare finalmente quella determinazione che l’ha sempre contraddistinta dalle altre squadre negli ultimi anni. Il miracolo è che questa volta i nerazzurri non hanno subito alcun gol, nonostante abbiano affrontato in Champions League un Lille che punta tutto sull’attacco in velocità. Julio Cesar è riuscito a dare sicurezza ad un reparto difensivo orfano di Ranocchia e Samuel, due perni della difesa centrale che sono stati sostituiti egregiamente da Chivu.

Il rumeno proprio in settimana si era sfogato per il ruolo che ormai riveste da qualche anno, fare il terzino sinistro non gli va a quanto pare proprio giù. Chivu è un difensore centrale e contro il Lille ha dato sfoggio delle sue caratteristiche, pur commettendo nella ripresa un errore che poteva costargli caro. L’Inter ritrova la vittoria, Pazzini è il salvatore. Il bomber italiano ha dimostrato ancor di più di essere fondamentale per questa squadra, ma se non viene rifornito come si deve difficilmente può essere pungente. Ecco perché affiancarlo ad un fantasita come Zarate è stata la mossa azzeccata di Ranieri, l’argentino ha corso per tutto il primo tempo regalando un assist al bacio proprio per il Pazzo che ha fatto un grandissimo gol.

Il Lille non era sicuramente una squadra semplice da battere e lo si è capito soprattutto nella ripresa quando Hazard e Joe Cole hanno deciso di assediare l’aria nerazzurra. La barriera difensiva dell’Inter non è però calata, grazie ad un Julio Cesar di grande sicurezza. L’Inter ritrova la vittoria, ma non è stata sicuramente bella, serviva concretezza e la squadra di Ranieri è riuscita a darla. Il problema maggiore però è sempre il secondo tempo, qui la squadra dimostra di avere dei cali fisici impressionanti, forse è arrivato il momento di svecchiare la rosa.

WebWriter