Lorenzo Crespi torna a Roma grazie a Maurizio Costanzo

lorenzocrespi

Gravemente malato e impossibilitato a curarsi nella sua città natale, Messina, l’attore Lorenzo Crespi è finalmente tornato a Roma, la città che ama e dove voleva stare “Non è che spostarmi da Messina fosse il mio primo traguardo perché odio Messina. Il mio messaggio era per un gruppo di persone di quella città. Conoscendo i miei cittadini, se avessero capito che il messaggio era totale, credimi che qualcuno al citofono mi sarebbe venuto a suonare. Comunque tornare a Roma è stato come tornare a casa dopo due anni di Alcatraz” ha raccontato l’attore.

“La febbre ora non c’è, la tosse è diminuita, sono due giorni che passeggio di continuo, respiro, prendo aria” ha spiegato Lorenzo Crespi dicendo di sentirsi già meglio “Per me dormire quattro ore senza tossire è stato un gran passo avanti, stanotte. Per quanto riguarda le sigarette, anche nel filmato avete visto che fumo. Non nascondo nulla: quelle tre o quattro sigarette al giorno non riesco proprio a togliermele!”

“Due giorni prima di partire ho scoperto che mia mamma ha un enfisema. Me l’ha detto lei. Evidentemente le mie bolle congenite vengono magari da mamma” ha raccontato Lorenzo Crespi parlando del suo stato di salute “Forse anche lei le aveva già e non lo sapeva. L’ho sentita stamattina ma abbiamo parlato d’altro. Mi manca, mi manca proteggerla: per me è un po’ come una sorella grande da tutelare. Fino a quando rimarrà su questa terra la proteggerò come ho sempre fatto fin da piccolino. Purtroppo non l’ho vissuta abbastanza perché me ne sono andato via presto. Lei è l’unica persona che conosce la mia vita anche se ho sempre cercato di tenerla lontana”.

valentina