Malore per Tom Jones, il cuore non c’entra

Tom Jones malore

Si era temuto il peggio per il grande Tom Jones. Il cantante gallese, sulle scene musicali da tantissimi anni, è stato colpito nella giornata di ieri da un improvviso malore. Tom Jones era a Montecarlo per il suo tour, ma ha dovuto annullare il concerto. Si era subito parlato di crisi cardiaca per il cantante, ormai non più giovanissimo. Tom Jones è stato ricoverato nella clinica Princess Grace Hospital, dove si trova ancora oggi per alcuni accertamenti. Le sue condizioni di salute, dopo lo spavento iniziale sembrano essersi stabilizzate, questo quanto comunicato dal suo portavoce: “I medici hanno vietato a Tom Jones di esibirsi, la scorsa notte, a causa di un malore causato da una forma acuta di disidratazione questo incoveniente è stato estremamente fastidioso tanto per Tom quanto per la sua band, e per tutto lo staff impegnato nell’organizzazione del suo tour “.

Si è quindi accertato che il malore che ha colpito Tom Jones non sia assolutamente da ricondurre a problemi cardiaci. Le voci sono state quindi totalmente sbagliate, anzi a quanto pare questo improvviso malore è stato causato da una dieta. Nell’ultimo periodo Tom Jones si è rivolto ad un dietologo per cercare di rimettersi in forma, a 71 anni non è semplicissimo ritrovare la linea di un tempo. Proprio la veloce perdita di peso ha provocato questa forte disidratazione che poi ha causato il malore. Insomma sono stati esclusi a priori i problemi cardiaci, ma bisogna approfondire quest’ultima ipotesi.

Tom Jones è stato sempre appassionato di cibo spazzatura e non ha mai rinunciato all’alcol, la perdita di peso può essere associata alla totale mancanza di queste vecchie abitudini. L’importante è che ora il cantante stia bene, ma sarà necessario effettuare altri accertamenti per capire cosa realmente sia accaduto la scorsa notte, insomma qualcosa sotto probabilmente c’è, ma il cuore non c’entra.

WebWriter