Mammo Italiano: Non è l’unico “uomo incinto”

La storia del mammo italiano non è unica nel suo genere; Già nel 2008 un uomo di nome Thomas Beatie, originario dell’Oregon, diede alla luce una bambina.La storia di Beatie è davvero forte; Nato donna, si sottopone ad una serie di interventi per cambiare sesso. Il suo corpo da donna le sta stretto però conserva i genitali femminili perché voleva avere dei figli.

Sposato con Nancy, la moglie di Beatie però non poteva avere figli e cosi sarà l’uomo a portare avanti la gravidanza; Beatie infatti si sottopone ad una inseminazione artificiale,attraverso un donatore esterno. La coppia era cosi felice di aspettare una bambina che si presentono ad una trasmissione “Is the world ready for this?” (“Il mondo è pronto per questo?”) dove con molta naturalezza parlano dell’evento.

Il titolo della trasmissione americana racchiude il pensiero di tutti: Ma il mondo è davvero pronto per tutto questo?Lasciamo stare per un attimo il Vaticano, e tutti quegli orientamenti contrari, e concentriamoci sulla domanda ma rispondiamoci con verità: Siamo davvero pronti a tutto questo?

Forse è vero, nasciamo e cresciamo con lo stereotipo( NDR in senso positivo) mamma/papà=donna/uomo, ma è altrettanto vero che se esiste la donna e se esiste l’uomo ci sarà un motivo, e poi se è data solo alla donna la possibilità di partorire vuol dire che vedere un uomo incinto è contro natura.La storia di Beatie e di Giorgio( l’italiano che ha dato alla luce Eva) ci devono far riflettere e molto anche, sul fatto che l’uomo continua a sfidare la natura.

WebWriter