Marco Mengoni parla di sesso

Marco-Mengoni1

Marco Mengoni racconta il suo rapporto con il sesso e con la sessualità “Dell’intera giornata, il mio momento preferito è poco prima di andare a dormire” ha raccontato il cantante “Credo sia il momento più creativo, quello durante il quale non hai il cellulare in mano, il momento durante il quale non hai una penna per scrivere ciò che ti passa per la testa, perché hai già scritto otto dischi”.

In amore il cantante di Ronciglione racconta di essere un vero latin lover “Per me la cosa più interessante è l’inizio, il corteggiamento, il “come arrivare a”. Preferisco sempre il momento del “prima di..”… Non mi soffermo sui momenti centrali, mi soffermo sulla preparazione, che è più interessante” ha raccontato Marco Mengoni.

“Non ho di che lamentarmi” ha detto parlando del suo successo “Durante il tour, nella coda finale di In un giorno qualunque, ho iniziato ad abbracciare il pubblico. Un modo di arrendermi. Questo è stato un anno di lavoro duro. Non un gioco. In certi momenti, sentivo il bisogno di avere un clone. Poi mi ripetevo: “Dai, su, hai 24 anni: se non dai il massimo adesso, quando?””.

“Sono un X-Man sul palco, su quell’accrocchio di ferro e legno. Io, che per timidezza non telefonavo agli amici, che fino a poco tempo fa avevo problemi a chiamare un taxi o un ristorante da prenotare, lì mi sento a casa: un “Cesare””.

valentina