Mick Jagger: a tu per tu con il leader degli Stones

mick-jagger-storia

Finalmente sta per essere svelata la storia privata di Mick Jagger, una delle personalità più enigmatiche della musica. Keith Richards, il suo compare nei Rolling Stones, non è mai riuscito a fornirci un ritratto dettagliato dell’artista. Adesso ci prova Christopher Andersen a spiegarcelo, o per meglio dire a raccontarcelo secondo le sue fantasie, in un libro in uscita domani initolato semplicemente “Mick Jagger“.

Andersen non è altro che uno degli scrittori più noti per la scrittura di biografie in America. L’autore, infatti, trasforma le semplici vite di personaggi noti in best sellers, nutrendoli di gusto pungente e rendendole misteriose ed affascinanti. La storia non può dunque che partire dal 2003, anno in cui Michael Philip Jagger viene proclamato Sir da Carlo d’Inghilterra, toccandolo sulle spalle con la spada appartenuta a Giorgio VI.

Keith Richards si dimostra contrario all’accettazione del titolo: “Non permetterei a un membro di quella famiglia di avvicinarmisi con un bastone, figuriamoci con una spada» Ma Mick non disse altro, se non: “Keith non è mai felice di niente”.

Andersen parla degli amori di Jagger, dicendo che quello più duraturo è stato “con un altro uomo, il quale oltretutto afferma di non capirlo affatto: Keith Richards”. Inoltre narra della sua fama di Don Giovanni, analizzando tra le sue tante donne la figura di Carla Bruni, che avrebbe suscitato la gelosia di Sarkozy.

Una storia inrigante, un libro assolutamente da leggere che vi aspetta domani in edicola!