Miss Italia 2011: vincono il flop e Stefania Bivone

Miss Italia 2011 Stefania Bivone

C’erano probabilmente molte aspettative su Miss Italia 2011, un format televisivo, più che un concorso di bellezza, che ormai ha perso però il suo fascino. Il giorno dopo la finale è evidente chi si facciano i conti con i dati auditel, praticamente disastrosi. La vittoria di Stefania Bivone, ragazza mora calabrese del ’93, è passata quasi in secondo piano. Insomma non è come un tempo in cui il concorso di Miss Italia era un grande evento televisivo che catalizzava davanti al teleschermo milioni e milioni di italiani. Le miss del passato sono riuscite in qualche modo ad avere un discreto successo, ma da qualche anno non si parla quasi più di queste ragazze.

A Miss Italia 2011 vincono il flop e Stefania Bivone, non di certo una grande soddisfazione per la Rai che pian pianino sta smantellando un pò i vari programmi televisivi. Non è un periodo semplice per la tv di stato che non riesce a trovare un senso logico a tutto ciò che fa. Non ha tutti i torti quando Patrizia Mirigliani, organizzatrice di Miss Italia, accusa la Rai di pensare esclusivamente al Festival di Sanremo, quando anche il format Miss Italia ha sempre avuto un discreto successo e un’importanza televisiva notevole. Ci si chiede di chi sia la colpa per questo incredibile flop, non tutte le colpe sono riconducibili agli organizzatori dell’evento o al presentaore Fabrizio Frizzi, spettatore non pagante di quest’insuccesso.

Probabilmente le parole della Mirigliani chiariscono un pò la situazione: “Se potessimo comunicare gli ospiti, la gente avrebbe più interesse a seguire la trasmissione. Non riusciamo a comunicare. Ma almeno investissero sul progetto autorale! Ci sono più interessi dietro il Festival che non su Miss Italia che in fatto di trasparenza non ha nulla da rimproverarsi nè essere rimproverata. Si deve lavorare sul prodotto, non si può arrivare all’ultimo momento.” A Miss Italia 2011 vincono quindi flop e Stefania Bivone soprattutto per l’incapacità organizzativa dimostrata dalla Rai, che ha lasciato sprofondare il programma senza alcun aiuto.

WebWriter