Mourinho e l’incubo Barcellona: ennesima sconfitta per lo Special One

Mourinho e l'incubo Barcellona

All’Inter sono ancora in molti che rivorrebbero sulla panchina nerazzurra Mourinho, l’allenatore che ha fatto la storia della società Inter regalando un triplete mai raggiunto da nessuna squadra italiana. Per i tifosi interisti Mourinho è praticamente una leggenda, un uomo sacro che nessuno può toccare. Da quando però è al Real Madrid lo Special One non ha certamente tutta questa grande considerazione da parte dei tifosi madridisti. I giornali spagnoli come al solito amano prenderlo di mira, ma Mourinho cerca sempre di seguire la sua strada e riuscire finalmente a far vincere la Liga al Real Madrid e sconfiggere soprattutto il predominio del Barcellona.

La squadra di Guardiola è ancora considerata la più forte del mondo e in questi due anni spagnoli Mourinho non è riuscito a sconfiggere lo strapotere blaugrana. C’è riuscito solo una volta nella finale della Coppa del Re dello scorso anno, ma più volte lo Special One è stato costretto a misurarsi con i “nemici” uscendone quasi sempre con le ossa rotte. E’ successa la stessa cosa nell’andata degli ottavi di finale della Coppa del Re disputatasi al Bernabeu ieri sera. Qui la squadra di Mourinho è partita forte, con il gol di Crisitano Ronaldo arrivato nei primi dieci minuti di gioco.

Sembrava insomma che il trend questa volta potesse essere diverso, ma quando le merengues vedono blaugrana inevitabilmente si fanno prendere dal troppo nervosismo. Così nella ripresa il gioco del Barcellona ha mostrato di nuovo la netta superiorità nei riguardi degli avversari segnando prima con Puyol al terzo minuto e poi al 32′ è arrivato il vantaggio di Abidal grazie ad un assist al bacio di Messi. Mourinho deve quindi ancora fare i conti con l‘incubo Barcellona, non riuscendo quasi mai a battere gli avversari negli scontri diretti. Una frustrazione visibile anche in campo dai continui fallacci killer dei giocatori del Real Madrid. Sarà pur primo in classifica nella liga, ma Mourinho è quasi sempre inferiore al Barcellona, il suo incubo peggiore.

WebWriter