Operazione Children in danger, otto arresti per droga

piazza armeria, centro di uno spaccio di drogaQuando il sole ancora non era alto in cielo, nelle prime ore di questa giornata, gli uomini del commissariato di Madonna delle Vittorie, capitanati da Gabriele Presti, Commissario Capo, sono intervenuti a Piazza Armenina per concludere 8 arresti: 6 di questi andranno in carcere, mentre i restanti 2, donne e una delle quali con prole minorenne al seguito, dovranno obbligatoriamente presentarsi dinanzi alla Polizia Giudiriziaria.

La condanna per i residenti nel centro di Enna è quella di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso oltre a delle violazioni a delle condanne penali che erano state poste come misure preventive. L’arresto è stato effettuato su richiesta della Procura della Repubblica, nella persona del Sostituto Procuratore dott. Francesco Rio. A regime di custodia cautelare sono stati sottoposti altri soggetti che hanno, per favoreggiamento o per concorso in spaccio, costituito parte attiva nel reato. Tra questi anche un ragazzo di 20 anni, Alex Trano, che più volte ha violato le misure cautelative disposte dal GIP di Enna, che imponeva un coprifuoco al ragazzo, violato più volte.

L’indagine è stata disposta per evitare il crescere di spaccio di droga quali marujana e hashish che nell’amerino stava prendendo piede in maniera grave. L’attività di intelligence ha avviato le indagini a febbraio, circa 6 mesi fa, quando le attività di Alex Trano e Luigi Trano avevano iniziato a spargersi anche in locali limitrofi alla zona di Piazza Armerina, nei quartieri storici quali il “Monte” e la “Castellina”. Ad aumentare il sospetto i rapporti dei congiunti Trano con persone note nel panorama del racket e dello spaccio di stupefacenti. Il tutto è stato portato avanti tramite intercettazioni telefoniche per poi passare a indagine sul posto.Durante le intercettazioni più volte si è notato come i due coinvolti temessero di essere ascoltati così da occultare la natura delle conversazioni stesse.

WebWriter