Laura Pausini difende la privacy della figlia

laura-pausini_470x305

Laura Pausini si sfoga in modo duro sulla sua pagina ufficiale Facebook nel tentativo di difendere la privacy della figlioletta Paola, avuta dal compagno, Paolo Carta “Durante il mio viaggio nel Nord e Sud America, come è più volte capitato negli ultimi anni, vengo seguita dai paparazzi” ha scritto la cantante “questo fa parte del lavoro che ho scelto e non posso che accettarlo. Cerco di essere sempre molto gentile anche quando dimostrano invadenza”

Laura Pausini ha poi aggiunto “Da otto mesi sono madre e fin dall’inizio della mia gravidanza ho chiesto ai media, così come ai miei fan, la cortesia di essere discreti con la piccola che portavo in grembo e che ora viaggia con me. Ogni paese ha la sua legislazione nell’ambito del diritto di immagine relativo ai minori. In alcune nazioni del mondo la pubblicazione delle immagini con il volto pixelato dei minori è consentita, in altre no”

“Io e il padre di mia figlia desideriamo che la nostra piccola non si trovi nelle condizioni di essere continuamente nascosta ogni volta che usciamo dall’hotel che ci ospita e vorremmo non dover trovare il suo volto in tutte le testate on line, video o cartacee, senza che venga oscurato. Non essendoci al momento garanzia universale di tutela della privacy dei minori, vi chiediamo gentilmente di rispettare la nostra decisione, cosi da poter permettere alla nostra piccola e a noi genitori di vivere serenamente come è giusto che sia la nostra vita familiare in giro per il mondo. Grazie Laura Pausini

Valentina