Postura corretta? Aumenta la salute e l’autostima

La postura, la posizione corretta da assumere quando si sta in piedi o seduti, tutto quello che le mamme consigliano da sempre ai propri figli e quello che i dottori ed i personal training dicono ai propri pazienti, è un suggerimento tra i più validi per la salute e l’autostima, secondo gli scienziati della Marshall University. Secondo lo studio californiano, condotto da Scott Wiltermuth dell’università statunitense, una buona postura riesce a garantire un aumento della fiducia in sé stessi e un miglioramento sostanziale della salute. Stare seduti o in piedi con la schiena dritta e camminare con il “petto in fuori”, proprio come i cadetti, migliora anche le qualità intellettive del soggetto.

Lo scienziato Wiltermuth ha spiegato che la posizione corretta del corpo riesce a preservare l’organismo dai malanni e dal dolore, permettendo di conservare la forza fisica e gestire al meglio il proprio corpo, per essere consapevoli al 100 per 100 delle proprie capacità. Tutto questo innalzerebbe a dismisura il senso di autostima, secondo lo studio californiano pubblicato sul “Journal of Esperimental Social Psychology, i cui risultati sono dedicati alla gestione del dolore, migliorata dalla postura corretta.

Non solo quindi, migliorerebbe la salute, ma anche le capacità intellettive e sociali del soggetto. Camminare con la schiena dritta e con il petto in fuori, garantisce maggiore fiducia in sé stessi e da all’esterno l’immagine di una persona cosciente delle sue capacità e della propria fierezza. I dati sperimentali della ricerca americana, riferiscono, infatti, assumere posizioni scorrette come rannicchiarsi su sé stessi, invia all’esterno un segnale di protezione e di scarsa difesa. Una buona postura, invece, offre un senso profondo di potere e controllo che aiuta a migliorare la salute, riducendo il senso di dolore.

WebWriter