Robert Downey Jr. “Mi drogavo con mio padre”

The_avengers_Robert_Downey_jr_01-44079009

Dichiarazioni choc da parte dell’attore, ex bambino prodigio di Hollywood, Robert Downey Jr.. Il suo passato di uso di droghe non è mai stato nascosto, ma il divo del cinema americano ha recentemente rivelato di essersi drogato insieme a suo padre “Mio padre è stato un pioniere del cinema indipendente, ma non aveva idea di come si crescono i figli.” ha raccontato “Mi prese come attore nel suo film perché costava meno che avere una baby-sitter. Vivevamo costantemente circondati dal cinema, il regista Hal Ashby passava da noi quasi tutti i pomeriggi, si proiettavano film tutte le sere su un lenzuolo in soggiorno. In casa girava molta marijuana. Mio padre mi passò il primo spinello quando avevo otto anni, mentre stavo suonando Thelonious Monk al pianoforte. Ci facevamo insieme, era il suo modo per volermi bene, per dimostrarmi amore nell’unica maniera che conosceva”

Downey Jr. ha poi raccontato il difficile percorso della disintossicazione “La cosa più importante nella vita di un addicted è il recupero.” ha spiegato l’attore “Oggi sono orgoglioso di riuscire a mantenere i miei impegni, non solo nei confronti di amici e famiglia, ma anche con il pubblico. Dopo una vita passata a essere inaffidabile ho scoperto quanto sia bello portare a termine un progetto, un’idea, una promessa. La disciplina è una forma di rispetto nei confronti della vita” ha rivelato in seguito “Sono un padre abbastanza severo, presente, soprattutto con Exton, il mio figlio più piccolo. Con lui è tutto nuovo perché questa volta sono sobrio. Riesco persino a cambiargli i pannolini, cosa difficilissima da fare quando sei completamente stonato!”

“Ho sempre amato recitare perché è soggettivo, individuale, un modo per distinguersi dagli altri. È qualcosa che amo fare perché ogni volta è nuovo, stimolante e intimidatorio allo stesso tempo. Ci sono poche cose nella vita che rimangono tali dopo averle provate tre volte. Idem per il paracadutismo, adrenalina pura, un rush comparabile solo all’eroina, ma senza la negatività della droga. Scusate l’analogia, ma sono e rimango un tossico, anche se le mie dipendenze sono cambiate.”