Romina Power commenta la performance di Mosca con Al Bano

matrimonio-di-Albano-e-Romina

Romina Power commenta, dopo tanti altri personaggi famosi, la sua performance a Mosca con Al Bano dopo 30 anni di separazione “Prima di tutto, già il fatto di riuscire a concepire una cosa del genere mi ha aiutato molto la mia pratica buddistha, che mi ha fatto passare rabbie e rancori. E quindi non covo rancori, non ho rabbie, ho affrontato tutto in maniera serena, preparandomi in anticipo dal punto do vista spirutuale ed anche psicologico” ha detto Romina.

“Non sapevo come sarebbe stato, in effetti pensavo che sarebbe stato molto più difficile di quello che si è rivelato. E non solo: mi ha fatto piacere cantare quelle canzoni di cui vent’anni fa non ne potevo più” ha spiegato la Power che ha rivelato cosa non sarebbe andato giù ad Al Bano “Forse un pochino gli ha dato fastidio il fatto di dover abbassare di un tono le canzoni, perchè negli anni la mai voce si è abbassata. Io avrei voluto abbassare di due toni, ma Al Bano si lamentava. In compenso io non ho messo i tacchi”.

“In passato mi guardava perchè non si ricordava le parole. Mi guardava anche per l’attacco di ‘Felicità’. Adesso invece guarda da un’altra parte, le coriste” ha spiegato la Power “E’ stato bellissimo cantare per il pubblico. Perchè tu pensa questo pubblico russo, che ancora aveva voglia di rivederci insieme, di rivedere me, dopo ventisette anni dalle ultime esibizioni in Russia”.

“Qualche anno fa, prima di trovare il Dharma, io non avrei mai pensato di fare qualcosa con Al Bano. C’erano troppe cose che inquinavano la mente e lo spirito. Invece adesso è stato bello”.

Valentina