Sandra Bullock aveva perso la voglia di recitare

Sandra Bullock

L’attrice premio Oscar Sandra Bullock ha confessato che non voleva più recitare. Per lei lo scorso anno è stato davvero molto difficile, dopo infatti la vittoria dell’Oscar, che le ha regalato una gioia incredibile, ha dovuto fare i conti con il dolorosissimo divorzio dal marito Jesse James. L’uomo praticamente ha tradito ripetutamente la donna e la Bullock alla fine non ha potuto fare altro che chiedere il divorzio. A far soffrire ancor di più l’attrice non erano bastati i vari tradimenti, ma lo stesso James ha rincarato la dose raccontando delle cattiverie assurde sulla sua ex moglie, soprattutto riguardanti la loro vita intima.

E’ chiaro che dopo una batosta del genere qualsiasi donna difficilmente riesca a rialzarsi. Sandra Bullock aveva addirittura deciso di smettere di recitare e di rinchiudersi in sé stessa, pensando probabilmente un pò di più alla sua vita privata, tentando di rifugiarsi in una solitudine che però indubbiamente non le avrebbe fatto bene. La voglia quindi di entrare in un set, studiare un copione, stare davanti una macchina da presa era completamente svanita, Sandra Bullock era diventata una donna svuotata dalle mille cattiverie del suo ex marito, ma poi c’è stata la svolta.

L’occasione di poter risalire la china, riuscire finalmente a respirare di nuovo, è arrivata con la pellicola Extremely Loud & Incredibly Close diretta dal regista Stephen Daldry. E’ stato proprio quest’ultimo a recarsi a casa dell’attrice, a mostrarle un copione davvero molto interessante che avrebbe potuto indubbiamente garantirle ancor più successo e credibilità nei panni d’attrice. La storia in effetti è molto drammatica, parla di una madre che deve fare i conti con un bambino molto precoce che ha perso il padre durante l’attentato dell’11 settembre 2001. Leggendo il copione la bella Bullock ha ritrovato la voglia di recitare, di rimettersi in gioco e finalmente di buttarsi alle spalle un anno davvero molto brutto.

WebWriter