Sarah Scazzi ultime notizie: bomba carta a casa Misseri

Il caso Sarah Scazzi continua ad essere oggetto di cronaca, sorpattutto perché al momento la totale verità non sembra essere ancora emersa. Per gli inquirenti la morte di Sarah è stata provocata da Sabrina Misseri e Cosima Serrano, cugina e zia della ragazzina. Tutto sarebbe accaduto il giorno stesso della sua scomparsa, quando le due donne hanno deciso di uccidere Sarah Scazzi e di farsi aiutare poi da Michele Misseri per occultare il cadavere. L’accusa però di omicidio è rivolta esclusivamente alle due donne, mentre Michele Misseri con il fratello ed il nipote hanno occultato il cadavere della povera Sarah Scazzi.

Il vero protagonista di questo terribile fatto di cronaca resta però sempre Michele Misseri, l’uomo prima si è preso la colpa dell’omicidio, poi ha coinvolto sua figlia Sabrina e alla fine si è scoperto che non è stato probabilmente lui ad uccidere Sarah Scazzi. Le utitme notizie però riguardano sempre l’uomo che nel suo ultimo memoriale ha voluto raccontare di nuovo la sua verità, spiegando come in realtà sia stato da solo ad uccidere Sarah Scazzi, peccato però che ormai nessuno gli crede. Nel piccolo paesino di Avetrana però la gente continua a vedere la famiglia Misseri come un clan di mostri, tutti sono praticamente coinvolti in questo terribile omicidio e qualcuno vuole fargliela pagare. Nel pomeriggio di ieri è stata ad esempio lanciata una bomba carta nella villa dei Misseri, dove è avvenuto l’omicidio di Sarah Scazzi.

Le ultime notizie parlano di questo gesto vandalico nei riguardi dell’abitazione dei Misseri, lo Zio Michele non ha voluto denunciare l’accaduto ai carabinieri, la bomba carta non ha provocato alcun danno. Certo è che in questi giorni l’abitazione dei Misseri è completamente presa sotto assedio dalla gente, il signor Michele ha dovuto fare i conti anche con il lancio di alcune pietre. C’è da dire che l’episodio della bomba carta è davvero inaccettabile, così si rischia di mettersi al livello della famiglia Misseri.

WebWriter