Sarah Scazzi, ultime notizie: Cosima e Sabrina, concorso in omicidio

Sarah Scazzi, ultime notizie: Sabrina Misseri e Cosima Serrano, concorso in omicidio

Sarah Scazzi, ultime notizie: per i Pm il caso Avetrana è chiuso. Non c’è oramai alcun dubbio per gli inquirenti: a commettere l’omicidio della giovane di Avetrana sono state Cosima Serrano e Sabrina Misseri.  Le due donne, parenti della vittima, sono accusate di concorso in omicidio, sequestro di persona e soppressione di cadavere. Li zio di Sarah Scazzi, Michele Misseri, dopo esser stato a lungo in carcere dichiarandosi colpevole, sarà processato “solamente” per soppressione di cadavere.

Le ultime notizie sono la degna conclusione delle indagini che durano da circa un anno. Altre tredici persone, a quanto pare tutte di Avetrana, sarebbero indagate. E’ arrivata anche per loro la richiesta dei pm Pietro Argentino e Mariano Buccoliero. Sarah Scazzi è stata uccisa in casa Misseri da Cosima Serrano e Sabrina: il cadavere della quindicenne è poi stato trasportato sul luogo del ritrovamento e gettato in un pozzo.

Il movente del delitto è la gelosia. Sabrina, infatti, secondo gli inquirenti, era gelosissima delle attenzioni di Ivano Russo, di cui era innamorata, per la cuginetta Sarah. La mamma Cosima avrebbe supportato la figlia e l’avrebbe aiutata nell’omicidio della piccola Sarah. Dopo un anno di dure indagini e di clamorosi colpi di scena, la verità “scientifica” dei fatti sarebbe uscita fuori, più brutale e crudele che mai.

Come si puo’ pensare che una cugina e una zia uccidano la nipote quindicenne per una stupida gelosia? E come la Serrano ha potuto uccidere la figlia della sorella? Una storia incredibile, che fa ribollir il sangue. Finalmente, tuttavia, è stata fatta giustizia. Ora il processo deciderà la pena per queste due “piccole” donne. Non c’è desiderio di vendetta. C’è solo la consapevolezza di essere arrivati finalmente alla verità, anche se atroce.

WebWriter