Sidney Lumet, Morto A New York Il Regista Di Serpico E Quinto Potere

Il regista americano Sidney Lumet è morto oggi, a New York, nella sua casa di Manatthan. A riferirlo è il New York Times, riportando la notizia comunicata dalla stessa famiglia. Sidney Lumet è morto all’età di 86 anni a causa di una grave malattia (un linfoma) che lo aveva colpito da tempo. Il lutto ha suscitato emozione e sconforto nel mondo del cinema americano e mondiale, di cui Lumet è stato un grande protagonista, un vero e proprio “maestro”. E’ stato un grande regista. Fra i suoi film più celebri ricordiamo “Serpico”, “Quinto Potere” e “Onora il padre e la madre”: tre capolavori indimenticabili e ancora oggi attuali! I suoi film riscuotono molto successo, sin dall’inizio della sua carriera, anche per l’abilità dimostrata nel dirigere grandi star come Sophia Loren in Quel tipo di donna (1959), Anna Magnani e Marlon Brando in Pelle di serpente (1960), Katharine Hepburn e Ralph Richardson ne Il lungo viaggio verso la notte (1962), Henry Fonda nel ruolo del presidente degli Stati Uniti in A prova d’errore (1964), Rod Steiger ne L’uomo del banco dei pegni (1964), Sean Connery ne La collina del disonore (1965).

Ormai acclamato come una celebrità del cinema hollywoodiano, Sidney Lumet, negli anni settanta dirige altri film di successo come Serpico (1973) e Quel pomeriggio di un giorno da cani (1975) entrambi con l’interpretazione di Al Pacino agli inizi della carriera, Assassinio sull’Orient-Express (1974) – tratto da un romanzo di Agatha Christie e che vede riuniti talenti del calibro di Ingrid Bergman (Oscar come migliore attrice non protagonista), Lauren Bacall, Anthony Perkins, Sean Connery, Vanessa Redgrave e Albert Finney (nel ruolo di Poirot) – e Quinto potere (1976), una critica al sistema televisivo e agli effetti nei confronti degli spettatori. Il film vale l’Oscar ai due protagonisti, Peter Finch e Faye Dunaway. Negli anni ottanta gira altre pellicole notevoli quali Il verdetto (1982) con il duo Newman-Mason, Daniel (1983) sul caso Rosenberg e Il mattino dopo (1986) per il quale Jane Fonda viene nominata all’Oscar. Dopo pellicole che non riscontrano il consenso delle precedenti (tra le quali Gloria con Sharon Stone, remake del film di John Cassavetes), ha girato Prova a incastrarmi, con Vin Diesel (2005) e Onora il padre e la madre (2007) con Ethan Hawke e Philip Seymour Hoffman. Ottiene alla 77ª edizione degli Oscar (2004) il riconoscimento alla carriera. Nel 2009 partecipa al documentario I Knew It Was You sotto la regia di Richard Shepard per ricordare l’attore John Cazale a trent’anni dalla morte. (Fonte: Wikipedia)

WebWriter