Valentina Nappi rivela: “L’unica cosa forte e importante che potevo fare era il p***o”

Valentina Nappi è tornata a parlare della sua carriera a luci rosse. Perché ha deciso di intraprendere la professione di attrice di film per adulti. La famosa e influente attrice italiana del cinema adult è tornata a parlare di questo argomento durante una recente intervista rilasciata al programma tv L’Assedio.

La protagonista di numerose pellicole hot, Valentina Nappi, ha spiegato: “Ho iniziato perché non ero soddisfatta della mia vita se**uale e del ruolo che aveva la donna nella società e che gli altri volevano da me. Guardando le grandi avanguardie del passato mi sono resa conto che l’unica cosa veramente importante e forte che potevo fare era il po**o”.

Lo scrittore Antonio Moresco ha spiegato i motivi che l’hanno spinto a scegliere proprio l’ex allieva di Rocco Siffredi per il suo prossimo film: ”Valentina ha un profondo senso dentro questo film poiché è un Don Quijote non accademico ma ambientato nella società di oggi e quindi è stato completamente riscritto e reinventato. Io ho scritto la sceneggiatura e quando sono arrivato alla parte di Dulcinea mi è venuto in mente di ampliare molto il personaggio. Nel Don Quijote lui fantastica su questa ideale femminile della castellana – ha proseguito -, della principessa che lui con le sue armi va a salvare e poi c’è questo scarto tra l’immaginario e la realtà in cui lei è una contadina. Oggi, per esprimere questo scarto una po***star esprime molto bene la differenza tra realtà e immaginazione”.

Redazione-iGossip