Vladimir Luxuria attacca la politica “Sono tutti omofobi”

vladimir-luxuria

Vladimir Luxuria torna a parlare di omopfobia e attacca la politica, accusata di non preoccuparsi di assicurare diritti a persone dello stesso sesso che si amano. Intervistata da Simona Ventura nella trasmissione Cielo che gol!, Vladimir ha parlato nchiaramente dell’omofobia che c’è in politica “Omofobia non vuol dire avere paura, vuol dire odiare omosessuali e transessuali, con insulti, botti e, a volte, anche omicidi.” ha spiegato “Parliamo di violenza. Siamo l’ultimo paese occidentale che rifiuta di fare una legge sull’amore di due persone dello stesso sesso.” ha detto “Lo stato si deve vergognare della corruzione e non dell’amore di due persone. E serve una legge sull’omofobia. Non mi piace la parola matrimonio gay, voglio chiamarlo matrimonio per tutti. Due persone che si vogliono bene devono avere diritti e doveri.” ha poi affermato Vladimir “La politica deve riconoscere la realtà e non mostrarsi dall’altra parte. La classe politica non ci riconosce cittadini uguali agli altri.” e ha attaccato la politica dicendo “Abbiamo un parlamento omofobo. Un parlamento che si rifiuta di riconoscere le persone uguali”. La showgirl 47enne ha anche parlato della sua esperienza nel reality L’Isola dei Famosi dove vinse, votata dalla maggioranza degli italiani

“Con l’Isola dei Famosi abbiamo dimostrato che gli italiani non sono deficienti” ha detto “gli italiani mi hanno votato per il mio comportamento, vincendo su una concorrente di un certo peso come Belen Rodriguez. Gli italiani sono più avanti della nostra classe politica”. Ma Vladimir ha parlato anche d’amore e di rapporto di coppia svelando di aver avuto molti corteggiatori quando era in politica e di non voler mai parlare troppo delle sue storie d’amore “Una storia deve essere resa pubblica in due. La storia deve essere importante. Sono giovanissima! Nel caso troverò qualcuno che mi si accolli, non avrò nessun problema a dirlo” ha spiegato “In politica, ho avuto più corteggiatori. Purtroppo. Mica sono calciatori. Non so perché… Forse erano disperati!”

valentina