Yara Gambirasio Ultime Notizie : Nuovi Dati Sul DNA

Che il caso di Yara Gambirasio stia finalmente per giungere al termine? Che gli organi inquirenti siano vicini al responsabile dell’omicidio della piccola ballerina? Le risposte alle domande di cui sopra giungono direttamente dal pm Letizia Ruggeri che con estrema calma assicura come la giustizia farà il suo corso per giungere, con tutte le dovute cautele, al responsabile (o ai responsabili, nel caso ve ne fosse più di uno) del crimine che ormai ha le ore contate.
A sigillo della sicurezza con la quale il magistrato si rivolge alla stampa sono i recenti dati estrapolati dagli esami del DNA sui guanti trovati nella tasca del giubbino di Yara e sulla batteria del suo cellulare. I due differenti codici genetici esaminati parrebbero appartenere a due distinte persone di sesso diverso, fra i quali dovrebbe esserci dunque anche una donna, a conferma della recenti supposizioni che pesano sempre più sulle indagini.

Sebbene le tracce di DNA rinvenute sui guanti non sono da considerare pienamente attendibili poiché trattasi di un indumento che potrebbe essere stato a contatto con estranei, così non è per la batteria del cellulare vista la sua ubicazione remota che richiede lo smontaggio della parte retrostante del dispositivo mobile per potervi accedere.
I due codici genetici di cui sopra sono stati isolati dalla scientifica poiché appartenenti a persone assolutamente estranee a Yara e che quindi non corrispondono alle tracce raccolte in modo coattivo su tazzine di caffè, bicchieri e altri oggetti utilizzati da familiari, parenti e amici della piccola assassinata quel 26 novembre 2010.

WebWriter