Yudi Pineda da suora ad attrice a luci rosse: il racconto a Live – Non è la D’Urso

Yudi Pineda ha vissuto 8 anni della sua vita in un convento di suore. Poi si è innamorata di un sacerdote e ha deciso di lasciare il mondo religioso per quello a luci rosse. La giovane e aitante ex suora colombiana è una delle attrici più famose del panorama adult internazionale.

La 29enne attrice colombiana a luci rosse ha partecipato all’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso di ieri insieme con Malena, Martina Smeraldi e altri protagonisti del cinema adult amatoriale e professionistico.

“Sono nata in una famiglia molto povera – ha raccontato Yudi -, dovevo camminare molte ore per arrivare a scuola, così a undici anni sono entrata in convento. Ci sono rimasta otto anni. Poi mi sono innamorata del sacerdote, ho conosciuto una persona che mi ha fatto lavorare come modella e ho lasciato la tonaca”.

Per poi rivelare: “Nonostante il mio lavoro, credo pienamente in Dio e la mia fede è sempre più forte”.

Tutti gli opinionisti si sono scagliati contro di lei, ma lei è stata molto ferma e decisa. Alda D’Eusanio ha sbottato: “Di monaca questa persona non ha nulla. Chi cerca queste cose su internet è un maiale”. Gli opinionisti hanno rimproverato Yudi Pineda per il suo percorso e per il crocifisso sul collo, incompatibile con l’attuale stile di vita: “Togliti immediatamente quel crocifisso”.

Barbara D’Urso non è d’accordo con l’analisi della D’Eusanio: “Il 90% degli italiani guarda film hard, mica sono tutti maiali”.

Redazione-iGossip