Quantcast

Grande Fratello Vip, Clemente Russo è stato espulso. Le scuse su Facebook

Clemente Russo, campione di pugilato, è stato espulso dal Grande Fratello Vip per le sue frasi eccessivamente misogine e sessiste contro Simona Ventura (e le donne in generale).

clemente-russo

Il pugile, confidandosi con Stefano Bettarini, aveva detto che una donna che tradisce il marito andrebbe «lasciata lì, morta» (e il marito che tradisce va invece elogiato o perlomeno compreso). L’ex pugile, oggi guardia penitenziaria, si era lasciato andare inoltre a frasi omofobe che secondo il ministro della Giustizia non sono consone ad un agente; ecco perché ora Russo sta anche rischiando un provvedimento disciplinare. Il ministro della giustizia Andrea Orlando, infatti, ha chiesto al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria “di valutare, con verifiche del servizio ispettivo, la conformità allo statuto deontologico del Corpo e la compatibilità con le istanze di tutela dell’immagine dell’Amministrazione penitenziaria dei recenti comportamenti del dipendente Clemente Russo”.

Clemente Russo, intanto, si scusa con tutti tramite Facebook: “intendo esprimere le mie scuse più sincere verso chiunque si sia sentito offeso o toccato nella propria sensibilità a causa delle mie parole (…) accettando la partecipazione nel programma non avevo tenuto in giusto conto le conseguenze di innaturale asocialità nella quale si è inseriti durante la forzata convivenza nella “casa”, tanto da non riconoscermi ora nella voce che ha pronunciato le frasi ‘incriminate’. Io mi sento una persona profondamente diversa”. Basteranno queste frasi a evitare sanzioni?