Quantcast

Hillary Clinton coprì un caso di molestie nel 2008

Hillary Clinton coprì un caso di molestie sessuali nel 2008. La denuncia è del New York Times che ha riportato le testimonianze di otto funzionari che lavoravano all’epoca per lei. Ora l’ex candidata democratica alle elezioni presidenziali statunitensi del 2016 dovrà difendersi da questa pesantissima e gravissima accusa.

Hillary Clinton – Foto: Facebook

La denuncia di molestie sessuali fu presentata da una donna di 30 anni che lavorava per la campagna dell’ex First lady e accusò il suo diretto superiore: Burns Strider, consigliere della aspirante presidente per le questioni religiose nonché responsabile dell’American Values Network.

La donna l’accusò di averla più volte massaggiata in maniera impropria alle spalle e di averla baciata in fronte contro la sua volontà, oltre ad aver ricevuto una serie di email allusive, con chiari riferimenti a sfondo sessuale. Il caso fu subito sottoposto alla numero uno della campagna elettorale, Patti Solis Doyle, che dopo essersi confrontata con gli altri membri dello staff consigliò a Hillary di licenziarlo.

Il New York Times ha rivelato che Hillary Clinton si rifiutò di licenziarlo, ma decise solamente di cambiargli incarico e di trattenergli alcune settimane di paga. Anche la donna che aveva denunciato le molestie fu destinata ad altro impiego.

Come mai questo caso di molestie sessuali non è emerso durante la campagna per le elezioni presidenziali del 2016?