Quantcast

Huawei ha presentato Fashion Flair, la prima collezione di moda co-creata dall’intelligenza artificiale

Huawei ha presentato Fashion Flair, la prima collezione di moda co-creata dall’intelligenza artificiale, il 9 maggio scorso mediante uno spettacolare evento al Superstudio di Milano. Con questo nuovo progetto sperimentale, la famosa società cinese mette l’esclusiva tecnologia della famiglia Huawei P30 a servizio della moda.

Cuore della campagna è Annakiki for Huawei, la prima collezione al mondo co-creata dall’intelligenza artificiale di Huawei P30 e Huawei P30 Pro e l’estro creativo di Anna Yang, firma della celebre casa di moda Annakiki. La collezione è stata presentata durante un evento spettacolare dove moda e tecnologia si sono unite per un’esperienza unica.

Un’esplosione di innovazione, un evento unico nel suo genere che ha celebrato la grandezza di questo progetto. Oltre ad ospitare la sfilata, l’esclusiva location ha accolto per l’occasione l’incredibile performance dei Clean Bandit e il Dj set di Matteo Ceccarini, che con il loro sound unico hanno catturato e raccolto il favore di tutti gli invitati.

All’esclusivo evento di moda hanno preso parte oltre 400 persone tra giornalisti, stakeholder, celebrities e personalità di spicco del mondo della moda tra cui: Leonia Hanne, Federica Lais, Prissy Torres, Isabella Thordsen, Andrea Damante, Filippa Lagerback, Elena Santarelli, Luca Vezil, Valentina Ferragni, Federica Nargi, Alena Seredova, Alessandro Martorana, Alessandra Grillo, Bianca Atzei, Doina Ciobanu, Giulio Berruti, Paola Di Benedetto, Nicole Mazzocato, Fabio Mancini, Andrea Pinna, Pietro Ruffini, Massimo Morazzoni Luisa Boselli e Mario Boselli.

E poi ancora: Renata Di Pace, Lilia Ouertani, Andrea Fumagalli, Giotto Calendoli, Kasia Smutniak, Emis Killa, Elisa Sednaoui, Eva Riccobono, Giacomo Ferrara, Giulia Michielini, Luca Argentero, Miriam Leone, Anna Dello Russo, Angelo Gioia, Nadege Du Bospertus, Chiara Baschetti, Johanna Maggy, Grace Chatto Sonia Lorenzini, Noemi, Ezgi Cinar, Harun Dogan, Rafael Beutl, Joanna Malek, Geoff Cooper, Victoria Brown, Charlie Fisher, Reyer Van Ristell, Vanessa Licata, Melissa AR, Julie Van Lommel, Rocio Caballero Camacho, Sara Fructuoso Santiago, Raquel Strada, Goncalo Silva, Ana Laura Ribas, Marco Uzzo, Samuel Heron, Martina Luchena, Einar, Federica Abbate, Cristi Isofi e Martina Troni.

La modella ed ex naufraga vip dell’Isola dei Famosi, Paola Di Benedetto, ha dichiarato: “Questa sera, grazie a Huawei, ho avuto l’opportunità di assistere ad un evento inaspettato e davvero unico. In una realtà in cui la tecnologia è sempre più presente nelle nostre vite, è sorprendente vedere come questa possa essere messa a servizio del talento umano per creare qualcosa di completamente nuovo, come ANNAKIKI for Huawei. Un’esplosione di colori e forme contemporanee che non vedo l’ora di indossare”.

La showgirl, modella e conduttrice tv Elena Santarelli ha osservato: “Guardando questa collezione sfilare si percepisce come ogni capo sia una sintesi perfetta tra Intelligenza Artificiale e talento: sono rimasta particolarmente colpita dal modello medusa, è incredibile come in questo abito la fusione di tecnologia e alta moda non viva solo di giustapposizione di materiali e forme differenti, ma sia animato di un’energia inedita, una forza che traspare in ogni dettaglio”.

Il produttore discografico e giudice di Italia’s Got Talent, Rudy Zerbi, ha sottolineato: “È da un po’ di tempo che collaboro con Huawei e ho potuto conoscere e seguire da vicino i loro progetti. Rimango sempre affascinato dall’approccio di questa azienda, dalla sua continua ricerca di superare nuovi limiti tecnici, riscrivendo i confini del possibile ma, allo stesso tempo, mettendo sempre al centro la persona, dimostrando così che anche la tecnologia può avere un lato umano. Questa sera abbiamo assistito ad uno spettacolo unico dalla grande forza espressiva, che combina la portata dell’intelligenza artificiale di Huawei all’unicità e all’estro creativo del brand ANNAKIKI, un incontro che lascia stupiti e meravigliati”.