Quantcast

Il Milan corre ai ripari: Montolivo e Kakà nel mirino di Galliani

Il Milan, dopo la debacle in quel di Torino, corre ai ripari, e cerca di fissare degli obiettivi per  cercare di uscire da una posizione decisamente difficile.
Il primo obiettivo in senso assoluto della società è quello di ringiovanire l’organico, che ormai conta troppi elementi avanti negli anni. Intendiamoci, certamente gente di valore, ma le troppe primavere cominciano a farsi sentire.  Quindi, largo ai giovani, ed è lo stesso Galliani a precisarlo. “Dobbiamo puntare sui giovani perché questa è una strada obbligata. In Italia i club non fatturano più quanto le grandi società europee, e quindi non possiamo più far fronte agli ingaggi di una volta”.

Ma non è solo l’età il problema della squadra di Allegri. Ci sono problemi anche nella gestione degli uomini e, in particolare, nella gestione delle forze, quindi una questione di preparazione. Un classico esempio è Pato, un giovane  campione che però continua a soffrire per infortuni muscolari che si ripresentano con una straordinaria puntualità.
Ma questo non vuol dire che il Milan punterà solo sui giovani, anzi questi saranno integrati in una squadra di giocatori di valore. Il primo obiettivo è quel Montolivo che, ormai, a Firenze vive da separato in casa anche se al momento continua a giocare. La Fiorentina  ha tutto l’interesse a cederlo nel mercato di gennaio, visto che essendo il contratto in scadenza a giugno 2012, arrivare a fine contratto, significherebbe una perdita secca dal punto di vista economico. Ecco quindi che le possibilità che il centrocampista viola possa arrivare a Milano a gennaio, sono in netto rialzo.

Altro arrivo dato ormai per certo è quello di Amauri, altro giocatore ormai ai margini del campionato, che  sarebbe oltre tutto subito utilizzabile in Champions.
Ma la suggestione è e resta sempre Kakà. Braida ha assistito all’ultimo incontro del Real in terra spagnola, evidentemente per verificare le condizioni fisiche del giocatore, che sembra aver definitivamente recuperato dalla stagione sfortunata. Mettere in piedi una trattativa con la squadra di Mourinho, non sarà tuttavia cosa semplice.