Quantcast

Il principe William difende la famiglia reale inglese: “Non è razzista”

Il principe William ha pubblicamente difeso la famiglia reale inglese dall’accusa di essere razzista. Le dichiarazioni shock rilasciate da Meghan Markle ad Oprah Winfrey hanno scatenato un vero e proprio pandemonio nel Regno Unito. Il principe Harry ha difeso a spada tratta sua moglie.

Il 38enne principe della famiglia reale britannica, terzo nipote della regina Elisabetta II del Regno Unito e di Filippo di Edimburgo, primo figlio di Carlo, principe del Galles e della defunta Diana Spencer ha parlato ufficialmente dell’argomento durante un evento ufficiale nella multiculturale ma pericolosissima zona est di Londra.

“La nostra non è affatto una famiglia razzista”, ha fatto sapere un po’ in imbarazzo davanti ai report. Poi a chi gli ha chiesto se si sia messo in contatto con Harry dopo l’intervista rilasciata dal fratello e da Meghan Markle ad Oprah Winfrey, William ha spiegato di non averlo ancora fatto. “Non ci siamo ancora sentiti, ma è mia intenzione che accada”, ha detto.

La stessa regina attraverso un comunicato di Buckingham Palace ha ammesso di essere preoccupata da quanto accaduto e ha promesso di affrontare privatamente la questione con il resto della famiglia.