Fabio Lamborghini a IGOSSIP: il successo del brand, la crisi e le nuove opportunità [INTERVISTA]

Fabio Lamborghini ha gentilmente concesso un’intervista al nostro sito IGOSSIP.it in cui ha parlato del compianto zio Ferruccio Lamborghini, fondatore della prestigiosa e rinomata casa automobilistica Lamborghini che dal 1998 è interamente posseduta dal gruppo tedesco Audi, della crisi economico-finanziaria, delle responsabilità del mondo politico italiano, delle nuove opportunità e sfide della globalizzazione. Fino allo scorso anno, Fabio Lamborghini ha diretto il Museo Ferruccio Lamborghini a Funo di Argelato (Bologna), che racconta la leggendaria vita del geniale e innovativo imprenditore italiano scomparso a Perugia il 20 febbraio 1993 attraverso le sue creazioni meccaniche, ingegneristiche e di design oltre a un vasto archivio fotografico di famiglia. Ora non perdetevi l’intervista a Fabio Lamborghini, la cui immagine viene curata e promossa dalla manager, fashion blogger e attrice Debora Cattoni!

Fabio Lamborghini – Foto: IGOSSIP.it

FERRUCCIO LAMBORGHINI E IL BRAND

Quali ricordi conservi con orgoglio del compianto Ferruccio Lamborghini?

Ho avuto la fortuna di poterlo vivere per diversi anni. I ricordi sono tanti e tutti positivi. E’ stato non solo per me un grande maestro di vita, un personaggio straordinario, un imprenditore a 360 gradi, tanti piacevoli pranzi e cene con lui nella casa di mio padre Giorgio Lamborghini. Essendo lui figlio di agricoltori per cui in una situazione economica normale, il suo primo insegnamento è stato: “Fabio per accumulare i soldi, il primo segreto è il risparmo“.

Il brand Lamborghini resta uno dei fiori all’occhiello del made in Italy a livello mondiale. Ci può svelare alcuni segreti del successo intramontabile del mitico Toro?

Il successo del brand Lamborghini è dovuto a un coctkail di ingredienti: innovazione, tecnologia, design e alta qualità.

Fabio Lamborghini – Foto: IGOSSIP.it

I VALORI, I PROGETTI E I SOGNI DI FABIO LAMBORGHINI

Quali sono i suoi valori e ideali?

Sono i valori che dovrebbero avere tutti i cattolici e sono: la famiglia, la serietà, l’umiltà e l’entusiasmo legato alla passione per la propria attività.

Da bambino, cosa sognava di fare da grande?

Il calciatore e il pilota di Formula 1. Nel calcio ero arrivato a livelli di attenzioni importanti, ma poi le attività di famiglia hanno bloccato questo progetto. Per quanto riguarda le corse automobilistiche non ho avuto l’appoggio dei genitori per ovvi motivi. Peccato perché in entrambe le situazioni avevo delle doti naturali. Con le macchine mi sono tolto le soddisfazioni di aver potuto guidare in pista le potentissime Lamborghini, ma da privato, non in maniera agonistica.

Quali sono i suoi progetti imminenti e futuri?

Da un anno ho terminato il mio impegno nel mondo del lavoro, conclusosi con la direzione del museo Lamborghini, ma per passione continuo a celebrare mio zio Ferruccio selezionando inviti di eventi nazionali e internazionali. Nei ritagli di tempo accompagno volentieri in visite guidate, gruppi di persone presso il museo Lamborghini.

Fabio Lamborghini – Foto: IGOSSIP.it

LA CRISI DEL SISTEMA ITALIA E LE NUOVE SFIDE

Come giudica lo stato di salute dell’industria e del mondo imprenditoriale italiano?

Purtroppo il mondo industriale italiano è in sofferenza ormai da troppi anni. Mi auguro che molto presto la politica dia l’opportunità a questi validi imprenditori di crescere e di dare sempre più lavoro agli italiani in quanto il livello di disoccupazione è ormai insopportabile.

Perché i giovani scappano dall’Italia?

Purtroppo le opportunità di lavoro sono più semplici all’estero, ma questo ritengo trattasi di un autogol per la nostra amata Italia.

E’ davvero difficile fare impresa nel nostro Paese?

Assolutamente sì per un’assurda e complicata burocrazia.

Che cosa consiglierebbe a chi volesse far impresa in Italia?

Le situazioni di crisi possono essere comunque opportunità per i nuovi imprenditori, ai quali consiglio di partire con la consapevolezza che si possano raggiungere i propri obiettivi con grande impegno, serietà ed equilibrio finanziario.

Quali sono i punti di forza e debolezza del sistema Italia?

Gli italiani sono un popolo di grande creatività e intelligenza, non a caso siamo eccellenze nel mondo in tantissimi settori. Abbiamo perso terreno per delle politiche sbagliate, ma abbiamo ancora tutte le potenzialità per ritornare ad essere quell’Italia amata e stimata in tutto il mondo.