Giuseppe Iaciofano racconta la sua difficile battaglia contro il tumore: una storia di rinascita e successo nel mondo della moda

Giuseppe Iaciofano ha rilasciato una toccante e importante intervista al nostro sito iGossip.it in cui ha parlato con un pizzico di emozione e lacrime agli occhi la sua difficile battaglia contro il tumore. Affrontare una sfida così difficile e travagliata non è facile e semplice, per nessuno. Uno tsunami che ti travolge in pieno e ti cambia radicalmente la vita e anche il tuo modo di pensare e ragionare. Oggi il fashion designer italiano, originario di Isernia, e fondatore nonché CEO di Gianco Handmade ha voluto condividere con noi quella battaglia dolorosa e dura per sostenere e dare forza a tutti coloro che si trovano nella stessa situazione. Una bellissima ed emozionante storia di rinascita e successo nel mondo della moda.

Giuseppe Iaciofano – Foto: iGossip.it

Il titolare della maison di moda Gianco Handmade ha sconfitto il tumore. Lo stilista italiano ha combattuto contro il linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico relativamente raro ma uno dei più frequenti nella fascia di età tra i 15 e i 35 anni, che trae origine dai linfociti B (un tipo di globuli bianchi) presenti in linfonodi, milza, midollo osseo, sangue e numerosi altri organi. Questo sistema ha il compito di difendere l’organismo dagli agenti esterni e dalle malattie. Dal momento che il tessuto linfatico è presente praticamente in tutto l’organismo, il linfoma di Hodgkin si può sviluppare in diversi organi, anche se molto spesso prende origine nei linfonodi. Durante quel periodo davvero difficile, lui ha potuto contare sul magnifico ed eccezionale supporto di tutto il personale medico e sanitario e anche di diversi vip, tra cui lo scrittore ed ex concorrente di Pechino Express 5 Simone Di Matteo, che hanno indossato le sue creazioni.

Ciao Giuseppe, come hai affrontato la tua battaglia contro il tumore? Cosa hai imparato da questa difficile sfida della vita?

Mi ha fatto apprezzare molto di più la vita, essere felice e vedere le cose da un’altra prospettiva, puntando molto sull’onesta e sul rispetto. Questo tumore mi è stato riscontrato nel 2015. Ho avuto il coraggio di sconfiggerlo e di non lasciarmi andare anche grazie al provvidenziale aiuto e supporto dello staff dello Spallanzani. Ricordo con grande emozione quei giorni così duri e difficili. Ho conosciuto Regina, un’infermiera energica che non si arrende mai. Lei è stata la mia forza. Scherzi, risate e felicità tra noi pazienti e con tutto lo staff sanitario e medico.

Che cosa è successo dopo?

Non mi sono mai arreso e ho trovato forza ed energia soprattutto grazie alla mia più grande passione: la moda. L’unico punto di sfogo in quel momento così drammatico. Ho partecipato a vari concorsi con mille soddisfazioni e riconoscimenti. Dopo i sei mesi di chemioterapia ho iniziato a viaggiare e scoprire un nuovo mondo, New York, lavorando con una compagnia di designer. Ho iniziato a capire che quel lavoro sarebbe diventato il mio sogno.

This is my new last capolavoro of Gianco HandmadeFASHION IS ART never stop your dream ! In the darkness always a bright light come true

Gepostet von Gianco Handmade am Dienstag, 28. April 2020

Bene, torniamo poi ai giorni nostri…

Sì nel 2016 ho iniziato a disegnare e creare il mio brand Gianco Handmade, il cui nome proviene dal mio nome e cognome, con l’ambizione di essere ascoltati e dare voce a quel ragazzo che crea arte con il tessuto…. l’aspirazione di creare un look tutto mio per una donna che ha la voglia di vivere la libertà senza pregiudizio. Nel 2018 tutto questo è diventato realtà.

Perché?

Ho scelto di trasferirmi a Londra, dove ho iniziato il mio lungo cammino nel mondo del fashion. Gianco Handmade è diventato ufficiale con la registrazione della mia compagnia. Io sono il CEO e fondatore, una soddisfazione che mi ha portato a realizzare una serie di collezioni, tra cui Call me Nuda, Reversme, Resort, e tanti editoriali visibili sul mio sito www.giancohandmade.co.uk.

Redazione-iGossip