Home » Marco La Mantia si racconta a IGOSSIP.it: intervista al nutrizionista clinico e sportivo

Marco La Mantia si racconta a IGOSSIP.it: intervista al nutrizionista clinico e sportivo

Marco La Mantia è il gradito ospite di oggi della rubrica “Interviste e Scoop” del nostro sito IGOSSIP.it. Il nutrizionista specializzato in Scienze dell’alimentazione clinica e sportiva. Da diversi anni si occupa di rimodellamento corporeo presso lo studio di medicina estetica e nutrizione collaborando con noti chirurghi plastici nel pre e post intervento vaser lipo hd. Oggi ha rilasciato un’intervista esclusiva ai nostri microfoni. Buona lettura!

Marco La Mantia – Foto: Instagram

Benvenuto Marco La Mantia. Come sta?

Grazie del benvenuto. È un piacere trovarmi qui con voi e con tutti i lettori. Sto bene. Sono in una buona forma psico-fisica e così non potrebbe essere diversamente visto il ruolo che occupo. Ritengo fondamentale essere non solo promotori e divulgatori di benessere, ma testimonianza diretta di ciò che si professa.

A lei si rivolgono anche diversi vip. Quali sono le domande e richieste più gettonate?

Sono esattamente le stesse di un target sempre più ampio di pazienti desiderosi di tecnicismi estetici quali six pack più definito, aumento della massa muscolare, rimodellamento delle gambe, sollevamento del gluteo, trattamento delle culotte de cheval.

Cosa va considerato nel consigliare una dieta a persone diverse come uno sportivo o una con vita sedentaria?

Sono due approcci diversi. Uno dei grossi vantaggi dell’attività fisica è sicuramente quello di stimolare il metabolismo, migliorando la sensibilità all’insulina e la percentuale di massa magra corporea. In tal senso il soggetto sportivo necessita di un introito glucido superiore per soddisfare la richiesta energetica e di un apporto proteico maggiore per consentire al muscolo di ricostruirsi adeguatamente. Lo sport a certi livelli aumenta inoltre la produzione di radicali liberi ed è necessario implementare la quota di antiossidanti e vitamine per rendere performante il tutto. Nel soggetto sedentario invece non parlerei di semplice alimentazione ipocalorica. La mia strategia si basa infatti sul controllo della glicemia e su un maggiore, ma non eccessivo, apporto proteico che aiuti a mantenere la massa magra e aumenti la sazietà. Le giuste fibre riducono l’assimilazione delle calorie. Chi vuole poi può fare anche un solo minuto di attività fisica al giorno per stimolare il metabolismo con un micro-allenamento on line ideato dai chinesiologi del mio team.

Cosa pensa del fenomeno dell’anoressia nel mondo della moda?

È ancora ampiamente presente e un ruolo importante deve necessariamente essere svolto a mio avviso dalle industrie della moda, dai media e dalla pubblicità i quali hanno un ruolo importante nel plasmare gli ideali culturali della società. I messaggi sulla bellezza ritratti sui media di larga diffusione possono contribuire a creare pressione sull’ immagine corporea, in particolare sui giovani. In tal senso sono aumentate moltissimo le richieste di giovanissimi desiderosi di “emulare” i corpi dei loro ideali.

I social network influenzano la sua carriera?

Riscontro nella mia pratica quotidiana tanti utenti social attratti da ciò che viene pubblicato, ma il vero problema è il desiderio di replicarlo in toto perdendo di vista l’autenticità del proprio corpo.

C’è qualcosa di importante che vorrebbe condividere con noi?

La mia gratitudine verso le tante persone che mi stimano e apprezzano. Sono loro la mia linfa vitale ed a loro che va la condivisione del mio sorriso e del mio entusiasmo verso ciò che opero. Nella vita bisogna essere riconoscenti non solo con sé stessi, ma anche con chi ha creduto in noi.