Quantcast

Ivana Spagna fa sogni premonitori: “Esiste una dimensione parallela”

Ivana Spagna fa sogni premonitori e vede le anime. La famosa e popolare cantante ha presentato il suo libro intitolato Sarà capitato anche a te al programma tv di Raiuno, Storie italiane. Durante la puntata l’artista si è soffermata su alcuni fatti davvero singolari e misteriosi che si sarebbero verificati fino ad ora.

Ivana Spagna – Foto: Facebook

Nel suo libro l’artista di Gente come noi ha scritto: “Vi è mai capitato di pensare a una persona che non vedete da tempo e questa vi chiama o la incontrate per strada? O di vivere una situazione che siete certi di aver già vissuto, perché sapete esattamente cosa succederà nel giro di pochi secondi? Vi è mai capitato di vedere in sogno situazioni che si sono poi tramutate in realtà? O di avere, sempre in sogno, avuto contatti con i vostri cari defunti, che vi hanno anticipato cose che sarebbero realmente accadute? E se vi è successo, ne avete mai parlato con qualcuno? È difficile parlarne, vero? La paura è sempre quella: essere presi per matti o considerati persone stravaganti, dalla mente instabile. È quello che ho sempre temuto anch’io ma, dopo tanti anni, ora ho trovato il coraggio di raccontare i tanti fatti strani che mi sono accaduti. E sto scoprendo, giorno dopo giorno, che a viverli siamo in tanti…”.

La cantante Ivana Spagna ha rivelato a Storie italiane che ha avuto “tanto coraggio per scrivere questo libro. ‘Minimo mi danno della matta’, mi son detta. Ma fidatevi che non lo sono. Sono fatti veramente strani, mi piacerebbe avere una spiegazione per capirne il motivo. Son sicura che c’è una dimensione parallela dove va a finire la nostra energia. Questo mi fa stare meglio”.

Ivana ha poi continuato: “Non vedo mai il viso di queste entità, è successo solo una volta un mese e mezzo fa. Chi non vede queste anime, sono sicura che non mi può credere. Io ho visto queste persone e so tutto di loro, ogni particolare, ma non vedo il loro viso. Più mi succede, più mi sento bene. Ho più paura degli umani malintenzionati. L’ultimo incontro l’ho ricollegato a Giulio Ricordi, il vecchio proprietario della casa dove abito. Non mi dicono nulla, magari mi dicessero qualcosa”.

Sogna spesso i suoi cari: “Mi dicono cose che succedono entro qualche giorno. Qualche tempo fa ho sognato mio padre sorridente. Mi dice: ‘So che verranno a trovarmi dei miei amici. Il primo della lista è Bergamini’. Bene, ho fatto delle ricerche e ho scoperto che questo suo ex collega era a casa ammalato e dopo cinque giorni è mancato”.