Quantcast

Jennifer Lopez balla per FIAT 500

Jennifer Lopez la bella cantante ispanica testimonial per Fiat 500

Jennifer Lopez sarà la testimonial della nuova Fiat 500 in versione Cabrio. L’anteprima dello spot è andata in onda nei giorni scorsi durante ‘Monday Night Football’. Nello spot la Lopez scappa dai fan a bordo della sua  cabrio. Quando riescono a raggiungerla, la prelevano dal tettuccio aperto. Si tratta di uno spot di soli 30 secondi che si spera riesca a incrementare le vendite della Fiat 500. L’azienda torinese non è la prima volta che decide di affiancare le sue automobili a divi dello spettacolo. Questa tradizione è stata trasmessa anche alla Chrysler, ormai mezza italiana. Per reclamizzare le ultime nate in casa Chrysler si è invece deciso di utilizzare un personaggio amato, ma complicato e forse leggermente scomodo, come Eminem.

La Fiat 500 appare anche nel video della canzone Papi della bella cantante ispanica. L’utilizzo di testimonial di tale portata non ha convinto pienamente i critici americani. Infatti oltre oceano non è di moda che personaggi famosi prestino il loro volto per reclamizzare prodotti di alcun tipo. In un colpo solo i dirigenti Fiat si sono accaparrati sia la Lopez che Eminem. Sulla scelta delle cantante dal sedere più bello del mondo, i dirigenti Fiat spiegano la loro scelta. Hanno scelto la cantante J.LO perché, come qualsiasi altro cliente Fiat, interpreta il mondo come fosse la sua tela e riesce ad impersonare perfettamente il marchio grazie alla sua personalità: dinamica, allegra e combattiva.

Non si conoscono le cifre. Cioè, quanto avrà mai chiesto la Lopez per prestare il suo volto (e non solo) in questo spot? Beh, prima o poi salterà fuori. In America sono molto attenti a certi ‘particolari’. Si spera solo che con l’utilizzo di J.Lo e Eminem il gruppo Fiat – Chrysler riesca a decollare nelle vendite oltre oceano. La Fiat 500 nella versione sponsorizzata dalla Lopez, è infatti sul mercato dagli inizi dell’estate, ma non ci sono state commercializzazioni troppo positive. Non ci reta che aspettare.