Quantcast

Jessica Mascheroni chiede scusa a Nilufar Addati dopo gli insulti xenofobi e razzisti

Jessica Mascheroni è finita al centro di aspre polemiche e critiche per alcuni suoi post social razzisti e xenofobi scritti alcuni anni fa contro l’ex tronista di Uomini e Donne, Nilufar Addati. Dopo i post razzisti contro cinesi e marocchini, gli elogi ad Harvey Weinstein incitandolo a “pecoralizzarle tutte”, nelle ultime ore sono spuntati alcuni post denigratori e razzisti contro Nilufar Addati.

In particolar modo il vergognoso e orribile post risale a marzo 2018 ed in questo caso Jessica aveva dato all’ex tronista di Uomini e Donne della “cessa”, della “scema”, della “rumena” e della “extracomunitaria”, invitandola gentilmente a “spararsi” ed a “levarsi” in quanto “la vergogna di tutte le donne”.

“Ma Nilufar quanto sei cessa e scema? Ma sparati e levati sei la vergogna delle donne. Dai fatti un pianto adesso che ti insultano tutti. Crepa cessa rumena. Che nervoso sta extracomunitaria”.

L’ex tronista di Uomini e Donne, Nilufar Addati, ha risposto con eleganza e stile ai vergognosi post social di Jessica Mascheroni: “Vabbè dai è stata gentile, che poi sono iraniana, ma vabbè“.

Travolta da una valanga di insulti, attacchi e polemiche, Jessica ha chiesto pubblicamente scusa a Nilufar e a Lara. Poi ha rispedito al mittente gli attacchi social ai suoi famigliari: “Ho aperto il mio profilo. Cercherò di difendermi dai vari insulti e offese che sto prendendo causa vari post che ho pubblicato sul mio profilo Facebook alcuni anni fa. Come prima cosa chiedo umilmente scusa a tutte le persone che ho offeso e che non conosco. Chiedo scusa in particolare chiedo scusa a Nilufar e Lara. Soprattutto a loro perché i post fanno veramente schifo, mi vergogno veramente per quello che avevo scritto. Spero che voi accettiate le mie scuse perché sono sincere. Adesso facendo un discorso un po’ più ampio”.

Per poi concludere: “Ragazzi state offendendo i miei genitori, mia madre, i miei amici e sinceramente state sbagliando. Perché prendete esempio da me. Ho sbagliato, ho capito e sto chiedendo scusa. Insultare e offendere non porta da nessuna parte. Non predicate bene e razzolate male”.