Quantcast

Karina Cascella “Per Salvatore ho sofferto tanto”

Karina Cascella ha per la prima volta racconta i risvolti della rottura con Salvatore Angelucci, suo compagno per sei anni e padre di sua figlia, Ginevra. “Non sto a fare l’eroina. Quando mi ha detto di non amarmi più mi è crollato il mondo addosso. Per me era inverosimile. Tutto avrei pensato nella vita, tranne che io e Salvatore ci lasciassimo” ha raccontato l’opinionista di Uomini e Donne.

“Ho cercato di salvare il salvabile, finché siamo rimasti in casa. Ho provato a chiedergli se aveva bisogno di un momento di riflessione. Io penso che la mia storia d’amore sia finita perché davvero lui non mi amava più. C’è stata un’altra persona immediatamente dopo. Una storia d’amore non finisce perché una terza persona entra nel tuo rapporto, sei tu che decidi di farla entrare. Io mi sono rassegnata in maniera abbastanza veloce, sono abituata ad elaborare il dolore velocemente”.

“Mi rendo conto che tutto può sembrare molto assurdo, ma c’è una bambina di mezzo” ha detto Karina Cascella “Visto che questi figli non decidono di venire al mondo, anche se ci sono delle discordie noi abbiamo la totale responsabilità di questi bambini e quindi bisogna trovare un accordo. Non è facile. Salvatore è entrato a casa mia il giorno dopo che ci siamo lasciati. In quel momento vorresti salvarlo e sai che non ti vuole più. Per me erano pugnalate, ma dovevo farlo per il bene di mia figlia. Trovo aberrante che due persone si contendano un figlio, fino ad arrivare a far decidere alle istituzioni sul loro futuro. I figli devono crescere col padre e con la madre. Quando mia figlia dormiva io piangevo”.