Quantcast

Kevin Spacey, il giovane cameriere ritira volontariamente le accuse di molestie sessuali

Kevin Spacey può tirare un sospiro di sollievo poiché il 18enne cameriere ha ritirato volontariamente le gravissime accuse di molestie sessuali. Cade così il procedimento civile nei confronti del premio Oscar che deve però ancora affrontare quello penale.

Non è chiaro cosa abbia spinto la presunta vittima, il cameriere William Little in un bar di Nantucket, a fare marcia indietro ma il processo in corso a Nantucket, dove l’attore rischiava sino a cinque anni, si era messo male per l’accusa. Spacey dovrà comunque affrontare le accuse penali relative al caso. Il 59enne attore, produttore cinematografico, regista, sceneggiatore e direttore artistico statunitense con cittadinanza britannica si era dichiarato innocente lo scorso gennaio.

I fatti contestati a Spacey risalgono alla notte del 7 luglio del 2016 quando il cameriere accettò di farsi acquistare dall’attore diverse bevande alcoliche e di farsi poi accompagnare a casa. Le molestie sarebbero avvenute lungo il tragitto e sarebbero state riprese dalla presunta vittima sul cellulare. Il caso fu aperto dalla madre del giovane, l’ex conduttrice tv Heather Unruh, la quale aveva raccontato in una conferenza stampa, che il figlio era stato palpeggiato nelle parti intime da Spacey. Accuse sempre smentite da Kevin.