Quantcast

La Lazio dà fiducia a Reja

Eddy Reja, confermato da Lotito che ha respinto le sue dimissioni presentate dopo la sconfitta con il Genova
La Lazio conferma la fiducia a Reja che si era dimesso dopo l’ennesimo inqualificabile atto di intolleranza nei suoi confronti.
Dopo i fischi dell’Olimpico, e fin qui la reazione della tifoseria è più che legittima, il tecnico goriziano è stato avvicinato da un ineffabile tifoso quando era fermo in auto ad un semaforo ed è stato pesantemente minacciato in caso di sconfitta nel derby con la Roma.

Ma questa è solo l’ultima goccia, perché già in altre occasioni il buon Reja aveva ricevuto biglietti di insulti e minacce che gli erano stati recapitati nell’albergo dove vive a Roma, così come nella sede del ritiro durante l’estate.  Una situazione del genere è insostenibile e Reja anche per questo aveva rassegnato  le sue dimissioni alla società, non certamente per paura, ma perché è oltremodo difficile  lavorare con serenità in un clima del genere.
Anche in campo, durante la partita, con certe tensioni, può essere complicato avere la lucidità necessaria  a gestire correttamente la partita. Fare un cambio qualunque, in queste condizioni, è una vera impresa, perchè si ha sempre  l’inconsapevole dubbio che si sta commettendo un errore.

Ma Lotito ha detto no, ha voluto continuare a dare fiducia al suo allenatore, e a questo punto  lo stesso Reja ha preteso che vi fosse una sorta di chiarimento anche con la squadra, che nel frattempo avendo terminato l’allenamento, si era sciolta e ciascuno se ne era andato per conto suo. Un rapido giro di telefonate ha consentito di far tornare tutti a Formello  dove  ha avuto luogo il chiarimento invocato da Reja, quale condizione per restare sulla panchina della squadra biancoceleste.

La squadra tutta ha confermato la fiducia nell’allenatore e ha manifestato l’impegno di dare il massimo, e anche di più, per cercare di ottenere quei risultati che sono abbondantemente alla sua portata. Già da Cesena, contro una squadra difficile che è a caccia dei suoi primi punti, la Lazio dovrà dimostrare di aver capito la lezione.
Ma comunque, dopo quanto è successo, nulla sarà più come prima.