Quantcast

La Tatangelo e la sua campagna contro il tumore al seno

Nonostante sia diventata una delle protagoniste più apprezzate della musica pop nel panorama italiano, Anna Tatangelo è spesso al centro di diverse controversie, l’ultima delle quali è recentemente nata in seguito alla pubblicazione delle prime immagini relative ad una campagna contro il tumore al seno, promossa dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).

Anna Tatangelo - Fonte: ansa.it
Anna Tatangelo – Fonte: ansa.it

La cantante sarebbe infatti stata scelta come testimonial per “Nastro Rosa 2015”, mostrandosi in un ritratto promozionale in cui viene fotografata nuda coprendosi il seno. Anna Tatangelo ha prestato in via del tutto gratuita la propria immagine, e si è inoltre dimostrata particolarmente entusiasta nell’intraprendere un ciclo di incontri per studenti in merito alla conoscenza di questa particolare ed aggressiva forma di tumore, tuttavia questo non le ha risparmiato alcune critiche, nate proprio sul social per eccellenza: Facebook.

Alcuni gruppi, tra cui uno denominato “Le Amazzoni Furiose”, avrebbero reso noto il proprio dissenso di fronte alla foto della Tatangelo, affermando che il ritratto è fin troppo sensuale per essere consono ad una campagna promozionale dalla tematica così delicata, discostandosi di molto rispetto alle precedenti edizioni, in cui erano state immortalate stelle del mondo dello sport e dello spettacolo in pose più caste.

Anna Tatangelo ha immediatamente replicato, comunque, contro questa presa di posizione: “L’abbraccio con cui mi copro è per me un gesto intimo per dire che mi voglio bene”, così avrebbe infatti informato fan e detrattori sul proprio profilo Facebook. E’ dello stesso avviso il presidente LILT Francesco Schittulli, che ritiene l’immagine della cantante importante per informare anche le giovanissime, più attente al mondo dello spettacolo.

Le polemiche non sono ovviamente destinate a fermarsi qui: che cosa dovremo aspettarci dal popolo del Web e dalle sue critiche? Anna sarà certamente pronta a rispondere con i giusti toni, data l’importanza e la portata della campagna per cui si è offerta testimonial.