Quantcast

L’amara serata del Napoli al Camp Nou

L’amara serata del Napoli al Camp Nou  si arricchisce, si fa per dire, di un altro problema che la squadra di Mazzarri si porterà dietro per un po’ di tempo.
L’infortunio di Britos  rimediato a Barcellona contro la fantastica squadra di Guardiola è più serio del previsto. In diretta si era parlato di sospetta frattura, ma ora la l’indagine strumentale ha confermato una frattura al quindi metatarso del piede destro e il difensore di Mazzarri dovrà operarsi  nelle prossime 48 ore.

Questa tegola, ad appena una settimana dall’inizio del campionato, sciopero permettendo, non ci voleva proprio, anche se in quel settore il Napoli è abbastanza coperto, avendo diversi difensori a disposizione, in grado di sostituire egregiamente Britos.
L’infortunio è, in effetti, la ciliegina, ovviamente negativa, sul già disastroso risultato dell’incontro, che ha visto soccombere gli azzurri per 5 – 0. Ma, al di là del risultato, quello che conta e sconcerta è la prestazione che non è stata certamente quella che i tanti tifosi napoletani accorsi al Camp Nou si aspettavano, così come anche l’altro certamente nutrito numero di spettatori che hanno acquistato l’incontro su Sky.

A parte i primi 20 minuti nei quali il Napoli ha cercato di fare paura al Barcellona, e ci sarebbe anche riuscito se la fantastica rete di Cavani non fosse stata annullata per un presumibile fuorigioco, fatto del tutto ininfluente sull’andamento dell’incontro, la squadra di Mazzarri, dopo la seconda rete subita, si è praticamente disciolta nelle calda serata spagnola.
Che il Barcellona sia una squadra di un altro pianeta, verrebbe da dire, è evidente, ma almeno gli azzurri avrebbero potuto anche affrontare l’incontro in maniera diversa.

Impareremo la lezione” dice Mazzarri, convinto che, alla fine, una batosta del genere possa essere salutare.  E c’è da augurarselo, perché il Napoli visto ieri sera, era lo spettro della squadra ammirata nello scorso campionato. Ma, allora, le avversarie non si chiamavano Barcellona.