Quantcast

Le Iene, Rosy Maggiulli nella bufera: la difesa di Federico De Vincenzo

Rosy Maggiulli è nella bufera dopo l’ultima puntata del programma tv di Italia 1 Le Iene che ha scoperto la contestatissima e chiacchierata strategia di marketing dell’ex concorrente del Grande Fratello che si era inventata la storia del film hard a XLove, pubblicato a sua insaputa sul web dai fratelli Tomei, per motivi economici: 20mila euro! L’inviata delle Iene, Laura Gauthier, ha attaccato Rosy Maggiulli  poiché ha strumentalizzato un tema molto delicato come quello della violenza fisica e psicologica sulle donne per guadagnare migliaia di euro. Un fenomeno piuttosto drammatico dato che diverse ragazze si sono anche uccise per alcuni video hot pubblicati in Rete da alcuni bulli.

Rosy Maggiulli nella bufera dopo le Iene

Il video pubblicato sul sito internet delle Iene è stato uno dei più visti e cliccati delle ultime 24 ore. Il popolo della Rete si è scagliato duramente contro Rosy Maggiulli sia su Twitter sia su Facebook. Una vera e propria rivolta contro l’ex gieffina pugliese. Insulti, offese e attacchi social che hanno fatto rapidamente il giro dei siti web.

Lei ha risposto alle critiche e alla marea di commenti e reazioni negative con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook: “Parlo con quella piccola percentuale di persone che mi hanno insultata rispetto al numero di persone che mi segue: com’era immaginabile la televisione riesce come sempre a manipolare il vostro pensiero, le vostre menti!! Se le iene avessero mandato un messaggio positivo sareste qui a elogiarmi, vi fate imboccare dai media come se non foste capaci di scegliere il cibo da deglutire! Vedere messaggi negativi e insulti resi pubblici (ingiuria, diffamazione, art.594) e messaggi positivi in posta privata…. anche questo merita una riflessione!!! Per i lupi invece: ho già letto le vostre imprese di coraggio. vi contatteremo a breve!!!”.

La risposta della prosperosa soubrette originaria di Andria ha scatenato un’altra raffica di insulti, offese e commenti negativi. “Sei stata presa con le mani nel sacco – ha scritto un ragazzo in un commento pubblicato sotto al suo post social -, non sono state le iene ma tu stessa a non sapere più che dire davanti le telecamere, e a confessare, con la crisi che cosa avresti fatto? Mi cercavo un lavoro onesto, non provo a fregare la gente… Vergogna”. Una ragazza ha commentato: “Guarda che non c’è stata nessuna manipolazione mentale ad opera delle Iene, la gente dotata di cervello discerne molto bene. La cosa grave è che tu non riesca a capire la gravità di qsto siparietto che hai messo in opera”. E tanti altri ancora pieni di insulti e attacchi.

Il manager di Rosy Maggiulli, Federico De Vincenzo, è poi intervenuto sulla questione mediante un comunicato stampa. “L’intervista di Laura Gauthier ha lasciato di certo l’amaro in bocca – ha scritto l’ex agente di Sara Tommasi -, non tanto per la farsa del video che Rosy fino a quel momento sosteneva essere stato girato a sua insaputa, quanto per il tono con cui ha deciso candidamente di ammettere che in cambio i produttori, i fratelli Tomei, avrebbero acconsentito alla propria denigrazione ricompensandola con 20mila euro. Demonizzare o etichettare Rosy per la presunta realizzazione di questo sexy tape – ha aggiunto De Vincenzo – non è una cosa corretta. Lei non ha leso nessuno ed è libera di poter esprimere la sua personalità artistica come meglio crede, se poi questo video c’è o non c’è lo si scoprirà a breve. Quindi adesso è inutile dare sentenze di puro e falso moralismo”. Il caso Rosy Maggiulli, ne siamo certi, non finisce qui!