Quantcast

Le tendenze capelli del 2017

Come avevamo anticipato, il colore dell’anno è il biondo, preferito da tante dive di Hollywood e visto spesso in passerella durante le ultime sfilate della moda. In queste passerelle la tinta si è spesso declinata al castano dorato, diventando un ibrido fra le due colorazioni. Il filo rosso che le ha unite è stata però la ricerca di una speciale luminosità, ottenuta attraverso la scelta di colorazioni ultraglossy e anche con prodotti di styling che richiamavano spesso l’effetto bagnato. Vediamo quali sono le tendenze del 2017:

1- Colore? Viva il biondo! Ramato, vicino al castano, ma anche puro e ultra brillante, il biondo ha padroneggiato nella settimana della moda. Le proposte di Pascard Millet sono forse le più iconiche, in quanto le modelle hanno sfoggiato lunghi capelli dritti, divisi da una semplice riga laterale al centro ed enfatizzati da un caldo color miele, tutto da copiare! Attenzione anche al grande ritorno del bronde, un misto fra blonde e brown, ovvero il classico castano dorato. Sulle passerelle di Balmain, icona simbolo della moda francese, le modelle hanno sfoggiato semplicissime pieghe sciolte, acconciate con riga laterale e completamente prive di decorazioni o accessori: il colore parlava da solo. Infine diamo il benvenuto al biondo platino, voluto di Vionnet e portato con molta classe dalle sue modelle. Reso ancor più etereo da acconciature ariose, questa tonalità di biondo non si vedeva da un po’ in passerella, soprattutto sotto una forma così speciale ed elegante.

2- Le frange? Cadono sugli occhi! Il vento sembra non avere abbandonato le passerelle dell’alta moda, visto che molti look hanno richiesto che i capelli se ne stessero appiccicati al viso, come se soffiasse un vento fortissimo. Si tratta dell’ultimo trend del momento, che associa il forte richiamo wild ad una volontà di uscire dagli schemi della perfezione. Belli sì, ma sono anche comodi? Attenzione, infine, alle frange effetto bagnato, applicate soprattutto alla coda e ai raccolti. Molti stilisti hanno infatti proposto delle acconciature seriose, lasciando sfuggire qualche piccola ciocca dalla frangetta, ma bagnandola con prodotti di styling per renderla appiccicata alla fronte. Come vedremo nel raccolto effetto bagnato, si tratta di una scelta discutibile, in quanto il confine fra bagnato e sporco, difficilmente può essere recepita a prima vista. Forse sono migliori le proposte di frangia raccolta sul capo, tiratissima e bagnata, me dove lo styling si percepisce al primo impatto visivo.

– Il raccolto effetto bagnato. Già alcune stagioni fa questa tendenza era diventata un must, che sembra riproporsi in modo importante anche per le prossime stagioni. L’effetto bagnato è assoluto e non accompagna solamente la frangia, ma l’intera chioma. Si ottiene pettinando con cura i capelli e chiudendoli in fissi chignon. Il tutto viene lavorato con gel e con paste modellanti che assicurano un effetto bagnato dal mattino alla sera. Troviamo questa scelta importante, soprattutto se applicata al territorio urbano. L’effetto bagnato richiede, infatti, molto carisma, perché non può essere facilmente compreso. Meglio scegliere di applicarlo durante le vacanze, in spiaggia, oppure nelle occasioni molto speciali, abbinato ad un impeccabile abito da sartoria.