Quantcast

Lee Ryan rischia il carcere dopo la multa: “Sono al verde”

Lee Ryan rischia il carcere dopo la multa. Gli è stato vietato di guidare dopo che ha deciso di non fornire le informazioni su chi fosse al volante della sua auto. Ammontare della multa? 1600 euro. Lo scoop è stato diffuso da un giornalista del Daily Mail: “Lee Ryan è stato accusato di aver guidato la sua Mercedes a 70 miglia all’ora in una strada in cui il limite era fissato a 60. Tutto questo è accaduto più di un anno fa. Ryan da allora è stato processato per due capi d’accusa, sia per l’eccesso di velocità, che per non aver fornito informazioni relative all’identificazione dell’autista quando richiesto. L’artista è stato dichiarato colpevole dai magistrati. Al cantante è stato detto che se i soldi non verranno pagati potrà essere riportato in tribunale e potrebbe finire in carcere“.

Lee Ryan – Foto: Facebook

Il papà vip di Rain Ryan, nato il 30 novembre 2008 dalla sua precedente love story con Samantha Miller, e di Bluebell, nata il 27 giugno 2008 da un rapporto di una sola notte con una donna incontrata in un nightclub, ha dichiarato su Instagram: “Sono al verde e non ho soldi è vero, non ho risparmi. Sono onesto, non ho più un soldo. Però è a causa della pandemia, e non è qualcosa su cui ridere. Non dovete ridicolizzarmi. Molti hanno perso così tanto a causa della pandemia. Solo perché sono famoso non significa che dovrei essere deriso dalla stampa per questo. La pandemia ha rovinato così tante vite, inclusa la mia“.

Lee Ryan e il coming out

Lee Ryan aveva fatto coming out lo scorso mese, dichiarando di essere bisessuale. Dopo una raffica di insulti e offese sui social, Lee aveva abbandonato temporaneamente i social. “Questo evento di boxe doveva essere divertente – aveva esordito il collega di Duncan James, Lee Ryan -, invece ho ricevuto una raffica di insulti e odio. Questa vita non fa davvero per me. I social media sono un regno nero e nessuna somma di denaro può farmi sopportare questa cattiveria. Non mi va più di interagire con queste anime perdute. Sto cancellando tutti i miei account. Il mondo è un posto perduto e la mia salute mentale è più importante e ora mi prenderò cura della mia famiglia”.

Lee Ryan dei Blue aveva poi proseguito: “Non starò più seduto in un mondo virtuale a conversare con i troll che mi attaccano. Non sono tagliato per questo e mi si ritorce contro quando reagisco alle loro cattiverie e faccio il loro gioco. Poi vengo accusato di essere qualcuno che non sono. Come quando mi dicono che sono omofobo – ha sottolineato il cantante bisessuale britannico Lee Ryan -. Non posso far parte di una cosa del genere… nessuno dovrebbe subire questi attacchi. Amo i miei fan, ma i miei fan mi conoscono e sanno che odio questo posto e le teste di c***o che ci sono. Buona fortuna e che Dio vi benedica”.

A presto con nuove news e indiscrezioni sulla vita pubblica e privata di Ryan!