Quantcast

Levante porta a Sanremo 2020 un brano contro l’omofobia

Levante porta al Festival di Sanremo 2020 un brano contro l’omofobia. Claudia Lagona è una delle 7 donne che parteciperanno al Festival della Canzone italiana, che è in programma da domani all’8 febbraio con la conduzione di Amadeus.

Levante – Foto: Facebook

Per Levante è la prima volta a Sanremo, dopo diversi rifiuti. L’artista ha spiegato in una recente intervista rilasciata al quotidiano Il Corriere della Sera che il suo pezzo è una lettera dedicata a quattro persone che le piacciono: “Un animale stanco, un’anima indifesa, il freak della classe preso in giro perché è una femminuccia e un’anima in rivolta rappresentata da una ragazza criticata perché ha la minigonna: gente che va in direzione ostinata e contraria per citare qualcuno (De André ndr)”.

Si è detta piuttosto amareggiata per il numero di donne presente a Sanremo 2020, 7 su 24 Big in gara, ma ha affermato di non credere nelle quote rosa.

Al Festival della canzone italiana c’è anche il suo ex compagno Diodato: “È una storia di cui non abbiamo mai parlato pubblicamente e che, allo stesso tempo, non abbiamo mai negato. È finita, ma senza guerra fredda. La serata di Rai1 in cui hanno annunciato il cast è stato una spalla. Mi fa sentire un po’ più a casa”.