Quantcast

Libia, giornalisti italiani liberati da un gruppo di lealisti

Libia, vengono liberati i 4 giornalisti rapiti. A compiere il gesto un gruppo di lealisti

La situazione in Libia stava diventando insopportabile, quando all’improvviso, arriva la felice notizia. I giornalisti italiani sono stati liberati da un gruppo di lealisti. A confermare la tesi è lo stesso giornalista Giuseppe Sarcina, inviato sul campo del noto giornale “Corriere della Sera”. Insieme a lui, a vivere questa tragedia, c’erano Elisabetta Rosaspina, anch’ella del Corriere della Sera, Domenico Quirico della Stampa e Claudio Monici di Avvenire.

Il primo a lasciare dichiarazioni pubbliche è stato Giuseppe Sarcina, il quale sostiene a grandi linee che la liberazione è stata resa possibile da un gruppo di lealisti. Il giornalista non è stato in grado di confermare con certezza il loro ruolo, ossia se si trattava di militari o civili. Continuando sostiene che il rapimento è avvenuto nei pressi di piazza Verde, e non a Zawiya come tutti avevano sospettato ed annunciato.

La parola passa al collega Domenico Quirico : “Sono vivo, vegeto e libero. Adesso sto bene, fino a un’ora fa pensavo di essere morto. Ci hanno salvato due libici, due ragazzi a cui dobbiamo tutto. Due giovani che in teoria non stavano dalla parte giusta”. Queste le poche parole del giornalista, attualmente ancora sconvolto dall’accaduto. Elisabetta Rosaspina conferma di stare bene e sentirsi molto più tranquilla e sicura. Al turno di Giuseppe Sarcina la linea telefonica viene interrotta, ma dato le parole dei colleghi siamo convinti che non ci siano complicazioni.

Le prime parole dei giornalisti italiani, vanno all’autista, vera vittima del misfatto : “Il nostro primo pensiero va all’autista ucciso a sangue freddo dai sequestratori”.

Seguono svariati aggiornamenti online inerenti l’argomento.

Libia, liberati i 4 giornalisti italiani rapiti
reuters.com

Sono stati liberati i quattro giornalisti italiani sequestrati ieri in Libia. Hanno raccontato loro stessi in televisione del rapimento e della successiva liberazione, dopo che il sito web del Corriere della Sera ha dato per primo la notizia.

Libia, liberati i giornalisti italiani Ribelli: “Gheddafi è accerchiato”
adnkronos.com

“Salvati da un altro gruppo di lealisti”. Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera, Domenico Quirico della Stampa, Claudio Monici di Avvenire erano stati sequestrati ieri.

Liberi i giornalisti sequestrati in Libia «Trattati bene, rilasciati dai lealisti»
corriere.it

Rapinati e picchiati. Il racconto dei cronisti: «L’autista pregava per la sua vita, ucciso davanti ai nostri occhi»